Pubblicato il

Acqua, il far west della gestione <br />

Prosegue il mancato controllo delle fatturazioni delle grandi utenze.Da rivedere anche il rapporto con Acea, uno dei principali fornitori del Comune: l’eccedenza supera del doppio l’effettivo consumo

Prosegue il mancato controllo delle fatturazioni delle grandi utenze.Da rivedere anche il rapporto con Acea, uno dei principali fornitori del Comune: l’eccedenza supera del doppio l’effettivo consumo

Il far west della gestione del servizio idrico del Comune di Civitavecchia continua. Dopo le denunce de La Provincia dello scorso autunno, in pieno dibattito sull’opportunità, o meno, di aderire ad Ato2, i primi dati del 2007 indicano che da allora nulla è cambiato, nonostante il clamore suscitato da quella che appariva come una gestione quantomeno superficiale da parte degli uffici preposti del Pincio.
Parliamo sia del controllo su fatturazioni ed incassi alle cosiddette grandi utenze (che, eccezion fatta per Porto Riva di Traiano ed Aquafelix, di cui si occupa il Nuovo Mignone, competono direttamente ai Servizi Finanziari del Comune), sia del rapporto in essere con Acea, il principale fornitore d’acqua (insieme allo stesso Nuovo Mignone) del Comune di Civitavecchia. La spa romana fattura trimestralmente, sulla base di un contratto che prevede una fascia minima garantita e due fasce di eccedenza, più costose per l’ente che acquista l’acqua. Dai dati in possesso del Pincio è evidente che, in base all’accordo, vecchio ormai di alcuni anni e quindi ‘‘tarato’’ su parecchie utenze in meno di quelle attuali, la soglia minima oltre la quale scatta l’eccedenza viene addirittura quasi doppiata dall’effettivo consumo.
Inoltre, essendo il Pincio vincolato nei pagamenti dall’approvazione del bilancio preventivo, che avviene normalmente tra febbraio e marzo, si registra un ritardo cronico nei pagamenti delle fatture, che determina, ogni anno, l’imputazione, da parte di Acea, di interessi di mora per oltre 15.000 euro, che poi regolarmente il Comune si rifiuta di pagare, dando luogo ad una situazione di potenziale contenzioso che potrebbe essere evitata nel quadro di una ridefinizione complessiva del contratto. Da un lato, inoltre, al Pincio vengono addebitati gli oneri finanziari per i ritardati pagamenti. Dall’altro (guarda caso, ad esempio, alla fine dello scorso anno, in chiusura di bilancio di esercizio) la mancata lettura del contatore di via Montanucci ha portato ad Acea a procedere alla fatturazione del trimestre con un consumo stimato, che poi si è rivelato addirittura doppio rispetto a quello effettivo. Certo, la società ha proceduto a regolare conguaglio dopo la lettura del primo trimestre, ma nel frattempo il Comune aveva dovuto anticipare circa 400.000 euro, facendo da banca all’Acea, con un costo finanziario dell’anticipo stimabile in quasi 10.000 euro. Tutti soldi che il Pincio potrebbe recuperare, sedendosi al tavolo con il fornitore idrico che, guarda caso, è lo stesso gestore di Ato2 e con cui, comunque, il confronto è ormai divenuto inevitabile.
Nel frattempo, il Comune dovrà procedere alla nomina dei suoi tre rappresentanti nel Consorzio Nuovo Mignone, in attesa di definire compiutamente il percorso per disegnare la nuova gestione del servizio idrico. Il 26 maggio scorso, infatti, è scaduto il mandato dell’attuale cda, presieduto da Renato Solinas e composto anche da Attilio Pecoraro e Flaminia Tosini (nominati da Civitavecchia) e dai rappresentanti del Comune di Santa Marinella Caratelli e Siviero. La prorogatio scadrà il 10 luglio e l’assemblea è stata convocata per il giorno 5. Il sindaco Moscherini, pur non avendo ancora portato in Consiglio Comunale l’atto di definizione dei criteri di nomina dei rappresentanti del Comune nei vari enti partecipati, potrà rifarsi alla delibera del 2001 della Giunta De Sio, ancora in vigore. Sul fronte emergenza, è attivo il servizio di trasporto acqua potabile per mezzo autobotte, dalle ore 8 alle ore 13. Per la richiesta di servizio è necessario contattare i seguenti numeri telefonici: 0766.542400 Cisterne di Via Achille Montanucci; 800.633444 Comando Polizia Municipale.

ULTIME NEWS