Pubblicato il

Agroalimentare, la Cfft punta a collaborazioni prestigiose <br />

Inaugurato il terminal alla banchina 25 alla presenza del presidente belga Philip Van Gestel. Il molo benedetto dal Vescovo. L’ampliamento dei traffici e le grandi prospettive per il futuro tra gli argomenti cardine della presentazione

Inaugurato il terminal alla banchina 25 alla presenza del presidente belga Philip Van Gestel. Il molo benedetto dal Vescovo. L’ampliamento dei traffici e le grandi prospettive per il futuro tra gli argomenti cardine della presentazione

Nove mila metri quadrati di magazzini, due milioni di tonnellate di frutta in tutto tra Banane (Bonita), kiwi, avocado, mango ananas provenienti dal Sud America. Con queste cifre ieri è stato inaugurato dalla CFFT il terminal agroalimentare alla banchina 25 il cui traffico è partito, di fatto, nel dicembre del 2006.
A presenziare alla cerimonia il presidente belga della Civitavecchia Fruit & Forest Terminal, Philip Van Gestel, il vice presidente Sergio Serpente, l’assessore regionale alla Tutela dei consumatori e semplificazione amministrativa, Mario Michelangeli, il presidente della commissione affari istituzionali della Regione Lazio, Roberto Alagna e il presidente della commissione regionale ai trasporti, Enrico Luciani, oltre naturalmente al commissario dell’Autorità Portuale Francesco Lo Sardo che ha auspicato che «questa attività tornata a Civitavecchia dopo circa 20 anni possa crescere e passare dalle attuali 80 mila tonnellate annue movimentate alle 300 mila tonnellate nei prossimi anni».
Entusiasta Sergio Serpente che ha sottolineato come il via libera al terminal sia il passo decisivo di un percorso iniziato nel duemila e portato avanti grazie all’impegno e alla reciproca collaborazione con i soci belgi. «Saremo INAUGURAZIONEsostenuti ed aiutati dall’Autorità portuale – ha detto il presidente Von Gestel – per avere la possibilità di accogliere due navi insieme per aumentare la capacità ricettiva e i clienti».
«Allo stesso tempo vediamo anche la possibilità di collabrare con nomi prestigiosi nel traffico e nel commerco delle banane (si parla delle società Chiquita e Dole, ndr) e della frutta. Abbiamo scelto il porto di Civitavecchia – ha proseguito van Gestel – anche per la sua posizione geografica e per la sua continua crescita»
Il terminal è stato inaugurato poi benedetto dal Vescovo di Civitavecchia e Tarquinia mons. Carlo Chenis con una semplice ma significativa cerimonia.

ULTIME NEWS