Pubblicato il

Alleanze, Destrattiva alza la voce

Il coordinamento di Destrattiva, la federazione dei circoli di Alleanza Nazionale frena sull’adesione al progetto di Moscherini, rispondendo all’ex coordinatore Claudio La Camera. Secondo il coordinamento è scorretto cercare di accreditare il partito su un versante sul quale non è mai stata aperta alcuna discussione. «Noi no facciamo parte della schiera di vassalli – si legge in una nota – che pur di entrare in una aggregazione vincente si lasciano andare a dichiarazioni ruffiane, e di chi ha cercato anzi tempo singoli avvicinamenti a Molo Vespucci. Non facciamo parte soprattutto di coloro che abbracciano un programma senza conoscerlo». Il coordinamento se la prende poi direttamente con La Camera pur senza mai nominarlo, invitandolo a non interferire con le vicende del partito, avendo lui stesso dichiarato di stare alla finestra e stigmatizzando quello che definiscono l’uso della politica per saziare gli appetiti, anche solo quelli di puro protagonismo. «Il redivivo – proseguono – ha avuto il suo tempo (quando era coordinatore, poi consigliere comunale, quando non si è presentato nella passata legislatura perché le condizioni non erano favorevoli), per portare il suo contributo pregnante, ma ha preferito sempre tacere, ora continui a farlo».
Destrattiva conclude rivendicando il diritto a partecipare a tutti gli incontri che An deciderà di organizzare, minacciando in caso contrario iniziative autonome, rispetto ad un coordinamento che non si incontra da un mese, «mentre ci si riunisce – conclude la nota – nei pressi di via Mazzini».

ULTIME NEWS