Pubblicato il

An: ''Ama, i lavoratori e i cittadini pagano anni di promesse non mantenute''

«I cittadini e i lavoratori di Ama Servizi pagano troppi anni di promesse non mantenute». La dichiarazione è dei consiglieri di Alleanza nazionale, Fiovo Bitti e Filippo Moretti (nelle foto), dopo l’annuncio della protesta sindacale degli operatori del servizio di nettezza urbana in programma per il prossimo 13 febbraio. «La misura è ormai colma – continuano i consiglieri di Alleanza nazionale – e nonostante le rassicurazioni dell’assessore competente, resta ancora irrisolto il nodo del passaggio di diversi lavoratori da tempo parziale a tempo pieno. Come noto, il contratto part time ha riflessi diretti, oltre che sul compenso percepito, anche sulla pensione dei lavoratori. La contribuzione ridotta, infatti, si rifletterà sulla rendita con il risultato che ad essi si prospetta un futuro da pensionati poveri, con una pensione pari, nella migliore delle ipotesi, al 60% dell’ultima retribuzione. Una situazione insostenibile sulla quale è necessario intervenire, anche alla luce del considerevole ricorso allo straordinario che dimostra come effettivamente ci sia bisogno di tante risorse in campo. Preoccupano inoltre – proseguono Moretti e Bitti – la situazione igienico sanitaria negli ambienti di lavoro e lo stato dei mezzi adibiti alla raccolta della nettezza urbana, tutti aspetti denunciati dal sindacato e che, se verificati, potrebbero portare ad una sanzione per il mancato rispetto della normativa sulla sicurezza ed igiene sul lavoro. In tutto questo scenario – concludono i consiglieri comunali di An – si inseriscono, infine, le numerose segnalazioni che ci arrivano dai cittadini, i quali lamentano disservizi e carenze nella raccolta e nella pulizia dei cassonetti. Tranne qualche caso più o meno felice, il resto del nostro paese, nonostante gli sforzi degli operatori che hanno comunque sempre continuato a garantire un impegno costante, appare troppo spesso abbandonato a se stesso. Una situazione oggettiva che chiama direttamente in causa chi dovrebbe vigilare per assicurare il rispetto da parte di Ama Servizi di quanto scritto nel capitolato d’appalto».

ULTIME NEWS