Pubblicato il

Authority, firmato il decreto: Ciani presidente

La firma è stata apposta questa mattina dal ministro Bianchi. Il primo commento: "Cureremo in modo particolare l'interazione fra porto e territorio"

La firma è stata apposta questa mattina dal ministro Bianchi. Il primo commento: "Cureremo in modo particolare l'interazione fra porto e territorio"

Il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi ha firmato questa mattina il decreto di nomina di Fabio Ciani come Presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia-Fiumicino-Gaeta. E’ l’atto conclusivo dell’iter iniziato il 25 novembre del 2005, con il commissariamento dell’Authority dei tre porti laziali. Il neo-presidente si è insediato già nel pomeriggio di oggi.

“Ora – è stato il primo commento di Ciani – c’è l’opportunità di poter cominciare a lavorare, con l’obiettivo di far decollare definitivamente il porto di Civitavecchia e di contribuire alla crescita degli scali di Fiumicino e Gaeta. La mia attività sarà dedicata da subito prevalentemente all’Autorità Portuale, in attesa di poter essere sostituito nella Giunta regionale.L’intenzione è quella di creare una autentica interazione fra porto e territorio, un aspetto finora tralasciato, tra molti altri ai quali è stata prestata particolare attenzione. Ritengo infatti che i porti, le cui attività andranno razionalizzate, debbano porsi al servizio dei territori di riferimento, creando opportunità di sviluppo, che passano attraverso il turismo, la logistica, l’assemblaggio dei prodotti. Ora è tempo di lavorare, anzi, nella fase iniziale, di studiare approfonditamente le realtà con cui l’Autorità Portuale interagisce”.
Fabio Ciani
Nato a Roma il 1 Novembre 1943, è coniugato e padre di due figli.
Laureato in Scienze politiche, è stato funzionario della Cotral (Consorzio Trasporti Lazio).
Negli anni ’70 ha ricoperto numerosi incarichi sindacali nella CISL (Confederazione italiana Sindacati Lavoratori).
Iscritto a Democrazia e Libertà – La Margherita. Eletto Consigliere regionale nel 1990 nella Democrazia Cristiana. Nel 1993 aderisce ad Alleanza Democratica.
Nel 1994 è stato Assessore regionale all’Ambiente: durante il suo mandato è stata approvata la prima legge sullo smaltimento dei rifiuti e l’Istituzione del Parco di Veio. Nel 1995 è tra i fondatori dell’Unione dei Democratici.
E’ stato eletto deputato nel 1996 nel Collegio 28 di Tivoli-Subiaco e confermato nel 2001 nello stesso collegio. Nel 1999 aderisce al PPI ed è tra i fondatori della Margherita – Democrazia e Libertà nel Lazio, attualmente è Presidente dell’Assemblea Regionale del partito.
Nella XIII Legislatura è stato iscritto al Gruppo Popolari Democratici – L’Ulivo ed è stato componente della VIII Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici. È stato primo firmatario di 6 proposte di legge, anche in materia di tutela dei diritti degli utenti e dei consumatori, rilancio delle cooperative edilizie tra appartenenti alle forze armate e alle forze di Polizia, istituzione del sistema sportivo nazionale, permessi degli amministratori locali. E’ stato altresì membro del Comitato Direttivo del Gruppo Parlamentare di DL Margherita – L’Ulivo e della Delegazione Parlamentare presso l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE).
Dal 18 maggio 2005 è Assessore alla Mobilità della Regione Lazio. Il 1° Giugno 2005 si è dimesso dalla carica di Deputato per incompatibilità con la carica di Assessore.
Da Assessore si è attivato in favore di numerosi provvedimenti a carattere europeo tra cui le Emissioni zero (di cui la Regione Lazio è promotrice e prima firmataria) e il Progetto Coronas Metropolitanas.
Ad inizio luglio ha presentato le Linee-guida del Piano dei Trasporti Regionale.
ULTIME NEWS