Pubblicato il

Azione Giovani solidale con Zappacosta e Saladini

Un invito ad una profonda riflessione, in vista dell’imminente campagna elettorale, per condannare ogni tipo di violenza, fisica o verbale. E’ questo il monito del direttivo del Circolo Junio Valerio Borghese di Azione Giovani che coglie l’occasione per esprimere solidarietà ad Enrico Zappacosta e all’ex sindaco Gino Saladini. «Noi per primi, nelle scorse settimane, avevamo sollevato il problema del grave imbarbarimento del clima politico cittadino – ha spiegato il presidente Paolo Iarlori – a seguito dell’aggressione subita da alcuni nostri militanti minacciati e rapinati dei manifesti da un esponente dell’estrema sinistra armato di un coltello. Dopo gli eventi degli ultimi giorni solleviamo con maggiore forza e preoccupazione il problema, facendo appello al ritorno di una sana politica». Azione Giovani si schiera dalla parte di Zappacosta «vittima di una deplorevole campagna denigratoria fatta di vergognose ed infamanti scritte sui muri», ma anche dalla parte di Saladini, «protagonista, suo malgrado, di un altro episodio increscioso», non facendo distinzione di colore politico. Nel primo caso, a detta di Iarlori, ci sarebbe un preciso disegno diffamatorio nei confronti dell’esponente di Alleanza Nazionale; nel caso di Saladini una violenza gratuita che è andata oltre i limiti. «E’ in gioco il futuro della città – ha aggiunto Iarlori – ed il ricorso alla violenza nella dialettica politica non può in alcun modo essere ammesso».

ULTIME NEWS