Pubblicato il

Baraccopoli a San Giorgio: in pochi giorni date alle fiamme due roulotte

Sul posto i vigili del fuoco. I ''tuguri'' erano abitati perlopiù da rumeni senza fissa dimora Indagano i carabinieri della locale stazione

Sul posto i vigili del fuoco. I ''tuguri'' erano abitati perlopiù da rumeni senza fissa dimora Indagano i carabinieri della locale stazione

TARQUINIA – Tuguri e alloggi di fortuna: a San Giorgio imperano le occupazioni abusive messe in piedi perlopiù da rumeni senza fissa dimora. A Tarquinia torna a farsi sentire il problema delle baraccopoli. Dopo i casi registrati poche settima fa di occupazioni di baracche al Lido di Tarquinia adesso è la zona di San Giorgio ad essere presa di mira dai senza tetto che ormai da diverso tempo occupano roulotte abbandonate nei campi circostanti il centro abitato. Il fenomeno desta preoccupazione tra i residenti anche per i recenti fatti a catena avvenuti negli ultimi tempi. Stamattina una roulotte abbandonata che da tempo veniva occupata da sconosciuti è stata data alle fiamme. Sul posto sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per domare le fiamme che rischiavano di propagarsi nell’area. Subito sono intervenuti anche i carabinieri della locale stazione che indagano sul fenomeno. Non è infatti la prima volta che a San Giorgio accadono episodi di questo tipo. Soltanto quattro giorni fa un’altra roulotte è stata data alle fiamme. Anch’essa era divenuta una casa di fortuna per nomadi senzatetto. Adesso è caccia al piromane. Per i militari dell’Arma si tratta di capire se ad agire sia stata la stessa mano dolosa. Tra le ipotesi da prendere in considerazione, anche il fatto che a dare fuoco ai ”tuguri” possano essere stati cittadini intolleranti alle presenze abusive, o ancora peggio, che si sia trattato di azioni di avvertimento di tipo razzista.

ULTIME NEWS