Pubblicato il

Barile sospetto alla foce del Mignone

  di FABIO MARUCCI

Allarme a Sant’Agostino:  nei pressi della foce del fiume Mignone la Capitaneria di Porto di Civitavecchia ha rinvenuto, lungo la spiaggia, un grosso fusto dal contenuto presumibilmente inquinante. Ingenti le dimensioni: un metro cubo per circa mille litri di capienza. Subito sono state allertate tutte le squadre di soccorso intervenute sul posto: vigili del fuoco, carabinieri, vigili urbani e anche Arpa Lazio. Le operazioni per il recupero della cisterna in pvc, avvolta da rete metallica, sono iniziate nel primo pomeriggio e andate avanti fino a tarda sera. Per ore ha lavorato l’escavatrice dei vigili del fuoco. Il barile, rimosso, è stato sottoposto a sequestro. Si attendono adesso le analisi dell’Arpa, che ne accerterà con sicurezza il contenuto. Indagano i carabinieri sulla provenienza del barile, che, secondo quanto si è appreso, è stato ritrovato integro; e dunque non pericoloso per l’ambiente circostante.

ULTIME NEWS