Pubblicato il

Bernabei: “Sosterremo la petizione per una seconda ambulanza a Ladispoli”

LADISPOLI – Insieme ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali, il delegato del sindaco ai Rapporti istituzionali, Angelo Bernabei, ha effettuato un sopralluogo presso il Pronto soccorso della via Aurelia e presso la postazione del servizio di emergenza regionale del 118.
“Con i dirigenti di Cgil, Cisl e Uil – ha detto Bernabei – abbiamo avuto un incontro con il personale medico e sanitario delle due strutture a cui fanno riferimento oltre 80.000 residenti di Ladispoli e Cerveteri. Abbiamo chiesto di conoscere la situazione soprattutto del presidio di emergenza, trovando la conferma alla delicatezza della situazione che di recente aveva segnalato il sindaco Crescenzo Paliotta. Purtroppo il presidio del 118 della via Aurelia continua ad essere dotato di una sola ambulanza che deve garantire interventi in un territorio estremamente vasto e talvolta nonostante il grande impegno di medici ed infermieri non può garantire tempestività nei soccorsi. E’ una situazione insostenibile, il comprensorio di Ladispoli e Cerveteri aumenta di oltre 2.500 residenti all’anno, i cittadini hanno il sacrosanto diritto ad usufruire di una adeguata assistenza sanitaria. Non è possibile che l’ambulanza debba arrivare da Palidoro o Bracciano se l’automezzo del pronto soccorso è impegnato in altro intervento. Alla luce di quanto appurato – ha proseguito il delegato Bernabei – siamo pronti ad appoggiare la raccolta di firme che le organizzazioni sindacali ed alcune associazioni di volontariato si preparano ad attuare per chiedere alla Regione Lazio di dotare il 118 di Ladispoli di una seconda ambulanza effettiva per tutto l’anno. Non è più possibile avere una seconda ambulanza solo per mezza giornata, o nei fine settimana e per poche ore. La vita dei cittadini è un bene supremo, come il sindaco Paliotta ha varie volte ricordato alle istituzioni competenti in materia di emergenza sanitaria”.

ULTIME NEWS