Pubblicato il

Capretti e Roccasalva tornano in libertà

Cade l’ipotesi di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente per Andrea Capretti ed Edoardo Roccasalva e, di conseguenza, anche quella di collegamenti con la presunta organizzazione criminale messa in campo in città, caratterizzata da legami con ambienti camorristici del napoletano. Questa mattina infatti, in sede di convalida presso il carcere di Borgata Aurelia, il gip Giovanni Giorgianni ha rimesso in libertà i due giovani, l’uno civitavecchiese e l’altro di origini toscane ma residente da anni in città, arrestati sabato scorso dai Carabinieri nell’ambito delle trenta perquisizioni effettuate sul territorio. Per loro erano scattate le manette perchè colti in flagrante, in possesso di alcune dosi di hashish (a quanto pare 5 grammi per Capretti e circa 15 per Roccasalva) al contrario di Stefano Branco, Pietro Aurino, Daniele Medori, Natale Cirillo e Danilo Costanzi, tuttora in carcere ed arrestati invece su ordinanza emessa dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma. Al termine dell’interrogatorio di garanzia, assistiti entrambi dallo stesso legale, l’avvocato Giuseppe Cicoria, i due giovani sono stati scarcerati poiché le accuse a loro carico non sono risultate talmente consistenti da far decidere al giudice di accogliere la richiesta del pm di applicazione della custodia cautelare in carcere.

ULTIME NEWS