Pubblicato il

Carluccio: "Con Ciani sviluppo, occupazione e crescita economica"

Non si placano le polemiche scaturite dalle dichiarazioni del neo presidente dell’Autorità Portuale Fabio Ciani che, indicando quelle che saranno le priorità da perseguire, ha lasciato fuori la realizzazione del Terminal Cina, opera tanto cara al sindaco Gianni Moscherini, ma posta in secondo piano nei progetti di sviluppo del nuovo numero uno di Molo Vespucci. Ad intervenire questa volta è Valentino Carluccio, coordinatore comunale della Margherita, il quale prendendo spunto dai giudizi negativi che il Polo Civico ha rivolto ultimamente alla futura gestione dello scalo targata Ciani, sottolinea come si tratterà di una programmazione “non certo di basso profilo, ma in grado di tener conto – ha aggiunto – delle esigenze del porto, della città, del territorio. e questo a garanzia di sviluppo, occupazione e crescita economica”. Facendo appello alla correttezza istituzionale e politica, ma anche e soprattutto alla collaborazione di tutti nel progetto di sviluppo, Carluccio ha assicurato che “Ciani rivestirà il ruolo di presidente dell’autorità portuale senza condizionamenti politici, ma con la passione e la professionalità con le quali ha sempre affrontato gli impegni. Le sue competenze – ha poi spiegato – saranno preziose per guidare l’Authority”. Tutto ciò sottolineando come i problemi dello sviluppo del porto non possono essere quindi ricondotti soltanto alla questione del Terminal Cina, ma inseriti in un contesto più ampio di programmazione. “La stessa – ha concluso – che il presidente Ciani ha ben chiara nelle sue linee direttrici. La città ed il territorio hanno bisogno di sviluppo, occupazione e scelte coraggiose di cui lo stesso presidente sarà protagonista insieme alle istituzioni locai, la Regione ed il Governo”.

ULTIME NEWS