Pubblicato il

Casse comunali, i Socialisti parlano di preoccupante allarme sociale

CIVITAVECCHIA – Dopo la notizia riportata dalla Provincia, riguardo alla situazione finanziaria del comune di Civitavecchia, i Socialisti Insieme parlano di un evidente allarme sociale. In una nota, da via Strambi commentano: «È un dato di fatto che la Corte dei Conti ha già avviato una serie di verifiche contabili, l’incapacità di onorare i mandati di pagamento ai creditori – fanno notare – è un evidente sintomo di dissesto economico- finanziario dell’ente». Avvertono inoltre che ‘‘la mancia elargita al Sindaco dall’Enel’’, a questo punto servirebbe soltanto per sopperire alle necessità della spesa corrente «Pretendiamo entro breve una seria verifica sull’effettivo stato di salute delle casse comunali – fanno sapere – e sul funzionamento dei controlli interni dell’ente comunale». I Socialisti ricordano tra l’altro che la palesata situazione finanziaria ha ingenerato uno stato di bisogno nell’ente comunale tale da provocare sudditanza e disparità di capacità negoziale tra le parti contraenti, a tutto svantaggio del Comune di Civitavecchia «Il tutto – si legge ancora nella nota – senza il necessario confronto in Consiglio Comunale ed in spregio alla maggioranza e ai più elementari principi di democrazia». Concludono facendo presente che ancora una volta i bisogni e le necessità di una intera città sono stati svenduti al miglior offerente «La Costituente Socialista pretende nell’interesse della cittadinanza, che si faccia piena luce sulle operazioni di finanza “creativa” pregresse e che tutte le nuove operazioni economico-finanziarie siano oggetto di pieno confronto tra le forze politiche di maggioranza ed opposizione».

ULTIME NEWS