Pubblicato il

Civitavecchia sensibile ai problemi ambientali

CIVITAVECCHIA – L’attenzione ad una maggiore occupazione, lo sviluppo turistico, la creazione di aree verdi e piste ciclabili, lo sviluppo portuale. E ancora l’attenzione alle energie rinnovabili, alla pulizia urbana, alla sanità locale, alla valorizzazione delle Terme Taurine. Ma anche puntare sulla diminuzione della cementificazione speculativa, su un maggior senso civico e sull’onestà politica. Sono queste alcune delle proposte, aspirazioni e riflessioni dei cittadini sul ‘‘futuro sostenibile’’ della città, raccolte nell’ambito del progetto di ricerca ‘‘Sviluppo e Governo del territorio: ambiti, analisi, azioni nella città di Civitavecchia’’, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia con borse di studio per i neo laureati in Consulenza Aziendale della Facoltà di Economia dell’Università La Sapienza di Roma, anche attraverso uno stage in Port Mobility. «Si tratta di un progetto importante – ha spiegato il presidente dell’Ente bancario, Vincenzo Cacciaglia – perché localizza la ricerca, portata avanti dall’università, in città, rendendo protagonisti i giovani e mettendoli a stretto contatto con una realtà fondamentale per il nostro territorio come è il porto». Le analisi dei ricercatori si sono concentrate sulla mobilità territoriale (coordinati dalla prof.ssa Bianchi), su un audit eco ambientale (con il prof. Boccacci Mariani) e sugli aspetti normativi dell’inquinamento acustico, comparati entro i profili di altri paesi europei (coordinati dal prof. Di Falco). Tra i risultati importanti la necessità di intervenire sulla viabilità e sul trasporto pubblico locale, e il fatto che la cittadinanza è sensibile alle tematiche ambientali e attenta quanto all’informazione quanto al comportamento di consumo, preferendo i prodotti più ecologici. «Abbiamo posto l’attenzione sia sulle imprese che interagiscono con istituzioni rilevanti nel territorio come il porto o il Comune – ha spiegato la prof.ssa Turci, responsabile del corso di Consulenza Aziendale della Facoltà di Economia – sia su un’analisi in grado di capire se si può pensare e sperare in un buon comportamento ecosostenibile in città». Soddisfatto anche l’assessore alla Mobilità e all’Istruzione Attilio Bassetti: «Questo può essere per noi amministratori la base per costruire il futuro di Civitavecchia».

ULTIME NEWS