Pubblicato il

Consiglio, la minoranza si astiene sul programma 2007

Allumiere. Battilocchio: «Tentano di dettare le regole»

Allumiere. Battilocchio: «Tentano di dettare le regole»

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – Un consiglio comunale fiume sabato ad Allumiere. Lungo dibattito tra maggioranza e opposizione sulle linee programmatiche 2002-2007. Dopo l’illustrazione da parte del sindaco Augusto Battilocchio, i consiglieri di minoranza hanno rimarcato l’assenza all’interno del documento programmatico di punti essenziali per un corretto sviluppo socioeconomico del paese. Da rilevare che l’assessore Stefanini, con il suo intervento, ha gettato un’ancora alle proposte costruttive della minoranza. Dopo l’enunciazione dei punti presenti nell’atto della minoranza, gli assessori hanno concordato con l’opposizione sulle problematiche da risolvere, ma hanno anche precisato che «molti dei temi dibattuti erano già inseriti nelle nuove linee programmatiche ed altre si avrà modo di affrontarle nel momento in cui la variante del Prg (alla verifica della Regione Lazio) diventerà esecutiva». «Nelle conclusioni – scrive a nome di tutta la minoranza in una nota il capogruppo consiliare di “Allumiere nel cuore” , Umberto Di Pietrantonio – abbiamo purtroppo riscontrato una netta chiusura da parte del sindaco e della maggioranza che ha votato contro i nostri punti, perdendo un’altra occasione per partire con il piede giusto in uno spirito di collaborazione e fiducia reciproca. Avendoci quindi dimostrato ancora una volta un approccio sbagliato e preconcetto sui problemi, noi al momento del voto sulle dichiarazioni programmatiche ci siamo astenuti, lasciando alla maggioranza la paura delle proprie idee». Secca la risposta del team Battilocchio: «La minoranza ha cercato di farci approvare un documento che dettava alcuni punti come prioritari per i quali noi avevamo già discusso nel dibattito consiliare, per questo abbiamo scelto di non firmare, visto anche che per molti punti proposti non ci sono le basi per realizzarli». Gli altri punti su cui si è discusso e votato hanno riguardato la nomina dei consiglieri della Comon: per la maggiornaza Profumo, Vernace, Brogi e Volpi; per la minoranza Sgamma e Morbidelli. Prima della conclusione Battilocchio ha poi risposto alle interpellanze e interrogazioni.

ULTIME NEWS