Pubblicato il

Dal Medio Oriente un tuffo all’Aquafelix

Il Comune di Civitavecchia ha ancora una volta fatto la sua parte in progetti che mirano ad agevolare il processo di pace in Medio Oriente. Sono stati ricevuti ufficialmente dalle autorità comunali i ragazzi e le ragazze palestinesi, libanesi ed israeliani ospiti in questi giorni dell’Associazione Volontari Assistenza Disabili “Il buon Samaritano” di Tarquinia.
Il soggiorno in Italia è stato studiato per favorire gli scambi culturali tra giovani di etnia diversa (nel caso sei ragazzi provenienti dal Libano, otto dalla Palestina e sei da Israele) che stanno vivendo le loro vacanze l’uno al fianco dell’altro, sotto la guida di Henriette Araman.
A Civitavecchia la comitiva è stata ospite dell’Aquafelix, dove è stata accompagnata dall’ex assessore regionale Luigi Daga. A ricevere gli ospiti l’assessore alle Politiche Sociali Chiara Guidoni, che ha ricordato l’antico impegno della città per la pace nel Mediterraneo. Nel suo saluto, l’assessore ha inoltre lodato l’iniziativa, che “mira a far vivere, all’interno di un gruppo così disomogeneo, quelle dinamiche di confronto dalle quali dovrebbero poi prendere spunto i “grandi” del Medio Oriente. E’ proprio dai giovani che si costruisce la pace”.
Al gruppo di giovani mediorientali, che è già stato ricevuto in udienza dal Presidente della Repubblica e dal Santo Padre Benedetto XVI, ha fatto gli onori di casa l’intero staff dell’Aquafelix, con in testa il direttore Farina.

ULTIME NEWS