Pubblicato il

Dalla sinistra giovanile duro attacco alla dirigenza Ds

La sinistra giovanile esce allo scoperto. Dopo essersi astenuta dalla votazione del segretario, Flavio Magliani, sferra un duro attacco alla dirigenza dei Ds.
«La nostra decisione – scrive il segraterio Fabrizio Baffetti – è frutto di un’analisi politica derivante dalla scarsa partecipazione dei dirigenti del nostro partito. Abbiamo affrontato una campagna elettorale dove a lavorare erano o i candidati consiglieri,ognuno per proprio conto,o il coordinamento dei giovani per l’Unione,cosa alquanto bizzarra se si considera che i componenti del direttivo DS è di 60 persone.Ancora più strano diventa dunque sapere che non siamo neanche riusciti a coprire con rappresentanti di lista i 53 seggi cittadini. Dopo questa fase ci siamo trovati,durante un’analisi elettorale poco soddisfacente,a dover ricevere dei rimproveri su come avevamo condotto la campagna elettorale da chi a questa campagna elettorale non aveva partecipato. Dopo queste fasi arriviamo all’elezione di un nuovo segretario,con una proposta neanche condivisa con la Sinistra Giovanile».

ULTIME NEWS