Pubblicato il

Di Pietro con Moscherini, terremoto nell'Unione

Sta scatenando un vero e proprio terremoto l’annunciata visita del ministro Antonio Di Pietro a Civitavecchia per sostenere il candidato sindaco Gianni Moscherini e il Patto per la Città. A dar fuoco alle polveri il segretario dei Ds del Lazio, Nicola Zingaretti, ed il coordinatore regionale della Margherita, Mario Di Carlo. «Il trasformismo –scrivono in una nota congiunta – non può far parte della cultura politica del centrosinistra. Facciamo appello al presidente Prodi affinché in queste ore faccia di tutto per riparare a questo pasticcio che fa confusione e disorienta l’elettorato».
«Alcuni giorni fa era stato il turno del ministro Clemente Mastella – continuano i due – che due ministri del governo Prodi in pochi giorni si rechino in una così importante città del Lazio per sostenere un candidato a sindaco del centrodestra è un fatto di inaudita gravità che segna quanto meno un alto tasso di confusione e di scarso coordinamento politico dell’esecutivo nazionale su temi così delicati».
«E’ inaccettabile che il ministro Antonio di Pietro sostenga apertamente a Civitavecchia il candidato sindaco del centrodestra Moscherini – afferma la senatrice Loredana De Petris, presidente della federazione regionale dei Verdi – è già grave che a Civitavecchia l’Italia dei Valori abbia deciso di sostenere il candidato Moscherini, ma che un Ministro della Repubblica adesso si spenda per far vincere il centrodestra è davvero inaccettabile».
Anche per il coordinatore della Margherita in Provincia di Roma Aurelio Lo Fazio è inaccettabile «che alcune forze politiche che sostengono il governo Prodi e che fanno anche parte della maggioranza al governo in Regione e in Provincia di Roma, prendano posizioni politiche che richiamano alla vecchia e non più riproponibile logica della politica dei due forni».
«Il ministro Di Pietro – rimarca infine il consigliere regionale del Prc Enrico Luciani – che finora aveva dato prova di serietà e coerenza, con questa decisione di appoggiare come Italia dei valori la candidatura di Moscherini fa uno sbaglio enorme e attua comportamenti da lui stesso censurati in altre circostanze».

ULTIME NEWS