Pubblicato il

Diportisti, Moscherini contro l’Authority

Il sindaco contrario allo ‘‘sfratto’’ delle imbarcazioni deciso da Molo Vespucci. «Si realizzi uno scalo alla Frasca». Varato un gruppo di lavoro

Il sindaco contrario allo ‘‘sfratto’’ delle imbarcazioni deciso da Molo Vespucci. «Si realizzi uno scalo alla Frasca». Varato un gruppo di lavoro

Il sindaco dice no allo ‘‘sfratto’’ dei diportisti dalla mattonara, se prima non sarà individuata una valida alternativa. È questa la prima conseguenza dell’incontro svoltosi tra il primo cittadino e i rappresentanti delle associazioni dei diportisti, che si sono visti recapitare da parte dell’Autorità Portuale una lettera nella quale si comunicava che a partire dal primo gennaio 2008 tutte le concessioni saranno considerate decadute per consentire l’esecuzione dei lavori per la darsena grandi masse. Diportisti e cantieristi hanno sottolineato come nell’area trovino posto tra le 400 e le 500 imbarcazioni e come l’attività sia fonte di lavoro per circa 60 addetti. Gli operatori hanno nell’occasione proposto l’istituzione di un gruppo di lavoro composto da tecnici del comune e delegati delle associazioni, ai quali si aggiungano anche i tecnici dell’Autorità Portuale. «Ci sentiamo di rigettare la lettera di stampo burocratico giunta dall’Autorità Portuale – ha detto il sindaco Moscherini – perché, come risulta dagli atti dello stesso ente relativi alla darsena, la cantieristica è sempre stata vista come un’attività da delocalizzare e non come un soggetto da espellere. Giustamente gli addetti al settore vogliono continuare a lavorare, così come i civitavecchiesi proprietari di piccole imbarcazioni vogliono continuare ad avere un approdo per le loro barche, quindi non c’è alcuna disponibilità da parte loro ad accettare questa estromissione in mancanza di un’adeguata alternativa. A questo obiettivo, allora, bisognerà ora lavorare tutti insieme». In tal senso, il Sindaco si è intanto impegnato a far predisporre una delibera programmatica da discutere entro la prima metà di settembre in Consiglio Comunale. «La proposta – ha annunciato – riguarderà la realizzazione di un approdo riservato alle associazioni diportistiche locali alla Frasca, come peraltro già previsto dal piano dei porti del 1998». Il Sindaco ha anche chiesto un incontro urgente al Presidente dell’Autorità Portuale per discutere della questione e alla società Compagnia Porto di Civitavecchia per le modalità di realizzazione delle strutture. Quanto al gruppo di lavoro il Comune sarà rappresentato dai tecnici Marcelli e Mari, mentre i diportisti hanno scelto di delegare Claudio Monti e Piero Ovidi.

ULTIME NEWS