Pubblicato il

E' Francesca Craba uno dei 6 volontari del servizio civile dell'Unicef

La ventiseienne civitavecchiese ha superato il concorso prevalendo sugli oltre 300 candidati. A lei il benvenuto da parte della referente territoriale dell'Unicef, Pina Tarantino

La ventiseienne civitavecchiese ha superato il concorso prevalendo sugli oltre 300 candidati. A lei il benvenuto da parte della referente territoriale dell'Unicef, Pina Tarantino

di ROMINA MOSCONI

La ventiseienne civitavecchiese, Francesca Craba, laureata in lingue con tesi di laurea sulla pedagogia, partendo dallo scrittore Charles Dickens, i cui temi fondamentali sono lo sfruttamento minorile e l’abbandono dei bambini e prossima al conseguimento del dottorato in pedagogia ha superato il concorso promosso dall’Unicef per prestare l’anno di servizio civile a favore dei bambini. La nostra concittadina, che è riuscita a superare il concorso superando gli oltre 300 partecipanti, lavorerà sul progetto: ‘‘Insieme per i diritti delle bambine e dei bambini,per lo sviluppo nel territorio e nella società civile di una cultura che dovrà porre molta attenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza’’.
“Sarà molto impegnativo – spiega Francesca – lavorare in tre settori: scuola, amministrazioni locali e strutture sanitarie, in cui comunque l’Unicef qui nel territorio e’ presente da tempo, con programmi mirati per dare piena attuazione alla Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ma sono felice dipoter iniziare quest’avventura e spero di poter dare un contributo fattivo”. Soddisfazione è stata espressa anche dalla referente territoriale dell’Unicef, Pina Tarantino, la quale ha sottolineato in primis l’arrivo di Francesca nella sede di Civitavecchia dove in quest’anno ha reso un servizio eccellente “Fare volontariato e’ una scelta importante, per cui bisogna essere veramente motivati ma Francesca mi ha felicemente sorpreso per la sua serietà e il suo rigore. Insieme siamo andate nelle scuole di ogni ordine e grado, come da anni facciamo, abbiamo fatto conferenze e proiezioni a tema sui problemi dell’infanzia nel mondo. Alcuni Dirigenti scolastici mi hanno fatto i complimenti per la bravura di Francesca. Le ho suggerito quindi di partecipare al bando di concorso per le selezioni del Servizio Civile con l’Unicef. Si e’ preparata talmente bene che e’ riuscita a superare e a farsi strada tra ben 300 candidati, e, tra i sei posti ,di Roma e Provincia. Ce l’ha fatta. Ha superato i colloqui attitudinali, per effettuare il servizio civile per la più importante organizzazione internazionale, appunto l’Unicef, che dal 1947 si prodiga al servizio, alla tutela e alla protezione dei bambini in 156 paesi del mondo”.

ULTIME NEWS