Pubblicato il

Elezioni, come votare

PER IL SINDACO E IL CONSIGLIO COMUNALE

Per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale (scheda azzurra) l’elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto:
– tracciando un solo segno sul nominativo del candidato alla carica di sindaco o sul rettangolo che contiene il nominativo stesso.
In tal modo, il voto si intenderà attribuito solo al predetto candidato sindaco.
– tracciando un solo segno sul contrassegno di una delle liste di candidati al consiglio comunale collegate a taluno dei candidati alla carica di sindaco. In tal modo, il voto si intenderà attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato;
– tracciando un segno sia su uno dei contrassegni di lista che sul nominativo del candidato alla carica di sindaco collegato alla lista votata.
In tal modo, il voto si intenderà parimenti attribuito tanto al candidato sindaco che alla lista ad esso collegata;
– tracciando un segno di voto sul rettangolo recante il nominativo alla carica di sindaco ed un altro segno di voto su una lista di candidati consiglieri non collegata al candidato sindaco prescelto (cosiddetto voto disgiunto).
L’elettore potrà altresì manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere comunale, segnando, sull’apposita riga stampata sulla destra di ogni contrassegno di lista, il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) del candidato preferito appartenente alla lista prescelta, senza dover apporre alcun altro segno di voto sul relativo contrassegno.
Ciò sempre che l’elettore non si sia avvalso della facoltà del cosiddetto voto disgiunto, cioè di esprimere il voto per un candidato sindaco diverso da quello collegato alla lista del candidato consigliere prescelto.

PER LE CIRCOSCRIZIONI

Si può votare: tracciando un solo segno di voto sul nominativo di un candidato presidente; tracciando un solo segno di voto sul contrassegno di una delle liste di candidati alla carica di consigliere; tracciando un segno di voto sia sul contrassegno prescelto che sul nominativo del candidato presidente collegato alla lista votata. In tutti i predetti casi, il voto si intenderà attribuito sia in favore del candidato presidente sia della lista ad esso collegata. L’elettore potrà altresì manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere circoscrizionale, segnando sull’apposita riga stampata sulla scheda il nominativo. In tal modo, il voto si intenderà attribuito anche alla lista cui il candidato appartiene nonché al candidato presidente collegato.

ULTIME NEWS