Pubblicato il

Flamini: "Nessun tentativo di entrare in maggioranza"

«Da parte nostra non è in atto alcun tentativo di entrare in maggioranza». Così il segretario socialista Mario Falmini  liquida tutte le voci e le indiscrezioni che davano per certo, soprattutto nei giorni scorsi che proprio i due partiti che oggi si riconoscono nel simbolo dei Socialisti Insieme, fossero pronti al ‘‘grande salto’’.
Illazioni rese ancora più verosimili dall’ipotesi che l’unico consigliere Vincenzo Gaglione potesse andare a rimpolpare le file della maggioranza soprattutto per rendere inoffensivi i ‘‘capricci’’ di Forza Italia. Solo fantapolitica secondo Flamini, che sottolinea come queste voci non possono che essere destituite di fondamento, «visto che – spiega – l’attività del partito per un mese è ferma e noi riprenderemo a riunirci solo a metà di settembre».
L’obiettivo, continua a ripetere instancabile Flamini, è e rimane la costituente socialista, che a livello sia nazionale che locale dovrà sancire la fine della diaspora socialista. Una meta alla quale comunque seguirà una scelta di campo, in una partita che Flamini fa capire essere ancora tutta da giocare. «Una volta che avremo riunificato tutte le anime di quello che era un grande partito – conclude infatti – potremo discutere insieme della nostra collocazione, così come si farà anche a Roma».
Cosa succederà allora nessuno ancora può dirlo. Certo è che per ora i rapporti con l’altra parte, il centro sinistra, restano tesi e non è escluso che proprio l’assenza di un confronto interno, più volte richiesto e mai ottenuto, possa portare i socialisti a ragionare su altre alleanza.

ULTIME NEWS