Pubblicato il

Il ''bullo'' del lungomare tenta di aggredire ancora la sua vittima

Non è bastata la lezione al bullo minorenne che, dopo aver rapinato un quindicenne della sua catenina d’oro, insieme ad un venticinquenne e a un altro coetaneo, al lungomare era stato arrestato dai carabinieri. Mentre il più grande, il capobanda, è ancora in carcere il minorenne era stato posto agli arresti domiciliari. L’altro pomeriggio, il giovane è evaso dalla misura restrittiva raggiungendo un impianto sportivo cittadino dove la vittima stava trascorrendo qualche ora. Li, davanti a tutti ha cercato di aggredirlo e questo terrorizzato è riuscito a scappare rifugiandosi a casa di conoscenti, dove è stato prelevato dai Carabinieri e dai familiari. Increduli i proprietari e gli allenatori, che sono stati subito interrogati dagli uomini dell’Arma. Il giovane, rintracciato, è stato di nuovo arrestato e condotto al carcere minorile romano di Casal del Marmo.

ULTIME NEWS