Pubblicato il

Il centrosinistra taglia corto sul Terminal Asia

CIVITAVECCHIA – Vecchie ruggini e nuovi dissapori, verrebbe da dire ascoltati gli interventi dell’opposizione durante il consiglio comunale aperto sul porto di ieri pomeriggio. Dopo alcuni minuti di sospensione, il centrosinistra ha detto la sua, evidenziando ancora una volta diversità di vedute interne alla coalizione. Rifondazione Comunista ha salutato con soddisfazione l’ormai instaurato binomio Città-Porto, proponendo nuovi scenari favorevoli ai due enti. Lo zoccolo duro rimane tuttavia quello legato al nascente Partito Democratico, che col diessino Alessio Gatti ha mostrato tutta la sua avversione all’ipotesi ‘‘Terminal Asia’’, benedetta dal sindaco Moscherini e avvalorata, seppur con comprensibili riserve, dal presidente dell’Autorità Portuale, Fabio Ciani. Il gruppo in pratica ha respinto ogni proposta di inserimento del Terminal Asia nell’ordine del giorno, riconfermando tra l’altro un atteggiamento di relativa collaborazione già emerso durante il precedente consiglio aperto, quando si preferì tagliare corto e obbligare il numero uno dell’Authotity a rinunciare al suo intervento.

ULTIME NEWS