Pubblicato il

Il Consiglio vota l’assestamento di bilancio

Solo la maggioranza alza la mano a favore del provvedimento proposto dall’assessore Pasqualino Monti per l’anno 2007 La manovra complessiva supera i ventotto milioni di euro, nella somma è incluso il contributo dell’Enel di dieci milioni 8.800.000 euro concessi dalla Spa serviranno a finanziare nuovi interventi in conto capitale, il resto finirà in spesa corrente

Solo la maggioranza alza la mano a favore del provvedimento proposto dall’assessore Pasqualino Monti per l’anno 2007 La manovra complessiva supera i ventotto milioni di euro, nella somma è incluso il contributo dell’Enel di dieci milioni 8.800.000 euro concessi dalla Spa serviranno a finanziare nuovi interventi in conto capitale, il resto finirà in spesa corrente

di ANTONIO FONTANELLA
CIVITAVECCHIA – Nuovo consiglio comunale stamattina per discutere l’assestamento di bilancio 2007. Slittate le interrogazioni e mozioni, si è partiti subito con la relazione illustrata dall’assessore al bilancio Pasqualino Monti, che ha portato all’attenzione dell’Assise una manovra complessiva di 28.262.987,93 euro. Ha poi provveduto a suddividere l’importo: 27.352.468,50 euro deriverebbero da maggiori entrate, mentre 910.519,43 euro di minori spese, sono stati destinati a dare copertura a minori entrate per 228.961,35 euro, arrivando a finanziare per la differenza costituita da oltre 28 milioni di euro, maggiori o nuove spese. Sono state date indicazioni sulla provenienza delle somme: 16.411.424,35 euro riguardano lo stanziamento relativo all’anticipazione di tesoreria 2007. Dettagli anche sui 10 milioni di euro concessi dall’Enel in chiusura del vecchio accordo, aspetto che ha scatenato polemiche tra maggioranza ed oppostone, durate quasi 3 ore. Del totale importo, 8.800.000 euro saranno destinati al finanziamento di interventi in conto capitale, mentre 1.200.000 euro a spese correnti. Sconto tra i banchi della Pucci, con buona parte dei consiglieri di opposizione, che hanno trasformato il dibattito sull’assestamento di bilancio, in resa dei conti riguardante le competenze nella trattativa sul vecchio accordo, portata avanti con l’Enel. Acque agitate anche in maggioranza. Mario Fiorentini (Dc per le Autonomie) ha preso la parola per rivendicare maggiore spazio all’interno della coalizioni, scontrandosi con Dimitri Vitali (An), che in linea generale ha messo al bando, tacciandoli di incoerenza, tutti quei partiti che pur essendo in maggioranza, non condividerebbero la linea politica della Grande Coalizione. Vitali è stato esplicito: «Non servono le polemica, basta non votare» affermazione che ha contribuito a far tornare Fiorentini sui suoi passi: «Rispetto il lavoro dell’assessore Monti, voterò la manovra». Alla fine della mattinata, il provvedimento e la sua immediata esecutività è passato, con 17 voti a favore e 10 dell’opposizione, contrari.

ULTIME NEWS