Pubblicato il

Il convegno dei Verdi a Cerveteri apre la strada alle energie alternative&nbsp;<br />

CERVETERI – Sabato scorso si è tenuto il convegno presso la biblioteca comunale dal titolo: “Il sole sul tetto”, organizzato dal circolo dei Verdi di Cerveteri.  Il convegno era orientato verso la tematica ambientale, riguardante le fonti rinnovabili e le energie alternative, attualmente al centro dell’attenzione in tutto il mondo per via dei recenti cambiamenti climatici; esso, inoltre, ha puntato ad accentuare l’interesse verso una inversione di marcia nei confronti degli elementi fossili asservibili alla produzione della corrente elettrica. Gli ospiti di ottimo spessore politico, tecnico e finanziario si sono cimentati, ognuno per la loro specificità, su tutti gli argomenti in questione.  Enrico Fontana, Capogruppo dei Verdi al Consiglio Regionale, ha relazionato sulla possibilità d’inserire nel contesto di questa Città l’opportunità di esporsi più radicalmente verso una politica ambientale più incisiva e risolutiva. Il contributo del Consigliere Regionale si orientava a documentare la cospicua modifica attuata negli ultimi mesi nei confronti della nostra legislatura, che ha migliorato sostanzialmente tutte le condizioni a favore dei cittadini quali utenti finali per la costruzione di un impianto fotovoltaico a pannelli solari. L’ing. Giuseppe Girardi, tecnico dell’Enea e Delegato all’Ambiente del Comune di Anguillara, ha analizzato l’argomento relativo al recupero dell’energia proveniente dal sole trasformandola per mezzo di pannelli solari in corrente elettrica per le singole unità abitative e per scopi produttivi. Egli, inoltre, ha messo in forte evidenza la negatività delle vecchie tecnologie che attingono l’energia dalle fonti fossili, come il carbone e l’olio combustibile, le quali attualmente pongono grossi interrogativi sulla qualità e la vivibilità del nostro pianeta nel futuro. L’orientamento verso le fonti rinnovabili è apparso necessario per mettere in sicurezza il nostro ambiente. Altro intervento di notevole interesse è stato condotto dalla dott.sa Miriam Di Palma, dirigente dell’ufficio marketing della Banca di Credito Cooperativo di Roma, la quale ha relazionato sulle forme di finanziamento che attualmente l’istituto adotta per l’erogazione completa a fronte di un impianto di recupero energetico. La dott.sa ha inoltre aggiunto che fabbricando la corrente elettrica per mezzo di un impianto a pannelli solari di maggiore entità è possibile immettere tutta l’energia prodotta nella rete del gestore (GSE), ricevendo un pagamento raddoppiato rispetto al costo dell’energia acquistata. Perciò sotto questo punto di vista molti imprenditori si interesseranno a scopo di business a questo tema e noi ecologisti diciamo: “che ben vengano gli investitori”.  Altro tema di estrema importanza è stato relazionato dall’ing. Angelo Moreno, anch’egli tecnico dell’Enea, il quale con molta semplicità ha documentato che i rifiuti degli scarti in agricoltura possono essere lavorati per mezzo di un di gestore anaerobico al fine di fabbricare un gas combustibile. Dopo essere stati trattati, inoltre, gli scarti agricoli potranno essere riconsegnati come concime.  Oltre a molti cittadini, erano presenti al Convegno anche diverse figure politiche istituzionali, quali: Gino Ciogli, Consigliere Provinciale, Massimo Sinatti, Consigliere Comunale di Ladispoli, Alessandro Putero, Segretario del Circolo Verdi Ladispoli, Nello Bartolozzi, Segretario Margherita Cerveteri, Marina Cozzi, Presidente del Forum Agenda21 locale di Ladispoli, Cesare Bassanelli, Presidente del Parco lago di Bracciano e Martignano, Salvatore Marotta, assessore all’Ambiente di Cerveteri, ed il sindaco di Cerveteri Antonio Brazzini.  Quest’ultimo ha voluto formularci un saluto, mettendo in evidenza che l’informazione su questa tematica appare ancora scarsa e poco pubblicizzata per accedere ad impianti di generazione di energia a livello di singole abitazioni; inoltre, invitandoci a trattare questa materia in modo più frequente, il sindaco si è dichiarato disponibile a partecipare ad un’incontro per una seria pianificazione per la diffusione e lo sviluppo di questa tematica. “I Verdi di Cerveteri  – ha detto Roberto Giardina – ringraziano tutti i presenti al convegno, ed un caloroso grazie va al gruppo attivo del Circolo che si è adoperato per la tematica ambientale”.

ULTIME NEWS