Pubblicato il

Il "teatro raccontato" di Lella Costa scalda la platea del Traiano

CIVITAVECCHIA – Due donne, due monologhi come brillanti nella stagione teatrale del Traiano. Dopo «Corpo Celeste» di Lina Sastri, Pino Quartullo vince dunque la scommessa dello spettacolo fuori abbonamento, in programma domenica pomeriggio. Una vittoria testimoniata dalla standing ovation che la platea del Traiano ha voluto dedicare alla verve recitativa di Lella Costa in scena con il suo Amleto. Proseguendo la scia del suo ‘‘teatro raccontato’’, l’attrice milanese ha dato origine ad un interessante percorso nella leggenda nordica. Due ore in cui ha vestito i panni di tutti i personaggi shakespiriani contraddistinguendoli con piccoli tratti. Interessante il sottotesto spesso ironico ricamato attorno alle varie scene originali. Gli abiti dello stilista Alberto Marras hanno contribuito a connotare i caratteri. L’inizio è stato incerto e titubante, poiché lo spettacolo è partito con una strofa di metrica simile a quella del celebre «To be or not to be». Azzeccata invece l’idea di concludere il dramma shakesperiano tra mele rosse, simbolo del sangue del peccato che consegna il trono a Fortebraccio.
Lu . Gue.

ULTIME NEWS