Pubblicato il

In ricordo di Carlo Ranieri

Ci ha purtroppo lasciati il “Sor” Carlo Ranieri. Era un onestissimo ed instancabile lavoratore, conosciutissimo tra i commercianti di Civitavecchia e non solo, che fino agli ultimi tempi aveva dedicato le sue energie al lavoro, nonostante l’incedere della malattia ed un’età in cui generalmente molti preferiscono dedicarsi al riposo. Ma soprattutto, per me, era e sarà sempre il Presidente del “Club Biancazzurro Tommaso Maestrelli”, una di quelle persone che mi ha fatto apprendere ed apprezzare la “Lazialità” nel suo senso più ampio. Infatti proprio insieme al Sor Carlo ed ovviamente al figlio Mauro, al genero Ivano ed all’Ing. Sternini iniziai a frequentare poco più che quindicenne lo stadio Olimpico verso la seconda metà degli anni ’80, “affidato” da mio padre a lui ed ai suoi familiari per le domeniche pomeriggio. Entravamo allo stadio in Tribuna Tevere, con lo striscione che portava il Sor Carlo del Lazio Club di Civitavecchia. E poi tutti insieme a inneggiare a “Ruben Sosa” e ad abbracciarci dopo i Goal….. Lui sempre esempio di un tifo appassionato per la sua Lazio, ma misurato al tempo stesso. Ricordi indelebili di ragazzo che porterò sempre con me : grazie, Carlo; ora voli lassù in cielo con le aquile. Al mio caro amico Mauro un abbraccio forte e affettuoso nel ricordo del suo grande e indimenticabile papà.

Leonardo Roscioni

ULTIME NEWS