Pubblicato il

Ladispoli, aperta "Scuola di formazione artigianale integrata"

La struttura è stata realizzata grazie alle sinergie tra gli assessorati comunali alle Politiche sociali, Attività produttive e Lavori pubblici con la collaborazione dell’associazione Nuove Frontiere e del Privato sociale

La struttura è stata realizzata grazie alle sinergie tra gli assessorati comunali alle Politiche sociali, Attività produttive e Lavori pubblici con la collaborazione dell’associazione Nuove Frontiere e del Privato sociale

LADISPOLI – L’amministrazione comunale di Ladispoli ha preso possesso della “Scuola di formazione artigianale integrata”, struttura di 800 metri quadrati su due piani, situata nella zona artigianale della città balneare e al cui interno saranno presto attivi i laboratori del progetto “Strada per l’autonomia”, propedeutici alla formazione professionale di giovani con disabilità per il loro in-serimento nel mondo del lavoro. Alla manifestazione – che ha preso il via dopo la benedizione impartita dal parroco don Giuseppe Colaci e il taglio del nastro per mano dell’assessore alle Politiche sociali e vicesindaco Rosaria Rus-si, affiancata dall’assessore alle Attività produttive Roberto Battillocchi – hanno partecipato, in un bagno di folla, la consigliera provinciale con delega alle Politiche dell’handicap Tiziana Biolghini, il presidente del Consiglio comunale di Ladispoli Crescenzo Paliotta, i rappresentanti e gli operatori del privato sociale e tante famiglie con giovani diversamente abili. “E’ con viva soddisfazione che siamo arrivati a questo importantissimo traguardo – ha affermato Rosaria Russi – un traguardo raggiunto grazie alla collaborazione tra gli assessorati Politiche socia-li, Attività produttive e Lavori pubblici del nostro Comune. Ma anche grazie al costante lavoro dell’associazione Nuove Frontiere e del privato sociale, che hanno fornito il loro prezioso contribu-to alla realizzazione di questo ambizioso progetto”.  Progetto che prese il via alcuni mesi or sono, mesi durante i quali è stata effettuata un’attenta analisi delle capacità e degli interessi dei singoli ragazzi. E già dai prossimi giorni saranno attivi laboratori specifici per l’avviamento ad attività produttive, quali cartotecnica, manutenzione e recupero del verde, trasformazione dei prodotti aromatici, senza però dimenticare i laboratori di attività espressive nonché quelli di informatica e fotografia.  “Un modo diverso di vivere la disabilità – aggiunge l’assessore Russi – dando spazio a tutte le resi-due capacità di ogni ragazzo per arrivare ad un inserimento lavorativo vero e proprio che garantisca l’autonomia e il rispetto della dignità di ogni singola persona”. Nel corso della cerimonia è intervenuto anche il sindaco Gino Ciogli, appositamente sopraggiunto da Roma dov’era impegnato a Palazzo Valentini in veste di consigliere provinciale, che ha portato un saluto e un augurio a tutti i presenti. “Un particolare ringraziamento agli operatori dell’ufficio Servizi sociali del nostro Comune – ha concluso Rosaria Russi – per la grande professionalità, la passione e l’amore che hanno sempre de-dicato allo svolgimento del loro lavoro”. L’evento è poi proseguito in piazza Rossellini con il concerto degli “Spidico”, ovvero “Spirito di contraddizione”, simpaticissimo gruppo musicale integrato con ragazzi down.

ULTIME NEWS