Pubblicato il

Ladispoli, sgomberati due insediamenti abusivi di stranieri <br />

LADISPOLI – Continua lo sgombero degli spazi abusivamente occupati a Ladispoli da stranieri clandestini. All’alba di oggi carabinieri e polizia municipale hanno provveduto ad identificare una quindicina di cittadini romeni e polacchi che vivevano in un agglomerato abusivo sotto il ponte di via Claudia ed in alcune baracche nella macchietta del bosco di Palo Laziale. Le forze dell’ordine hanno accompagnato gli stranieri alla questura di Civitavecchia per l’identificazione e per appurare se qualcuno avesse pendenze con la giustizia. Nel bosco di Palo Laziale le ruspe del comune hanno demolito le baracche abusive, mentre sono stati murati tutti i fori praticati nella parete in cemento del ponte di via Claudia per ricavare pericolosi e fatiscenti alloggi a pochi metri dal greto del fosso Vaccina. “Con questo nuovo intervento – ha commentato il sindaco Crescenzo Paliotta – stiamo attuando il programma di controllo e prevenzione della presenza illegale di stranieri sul territorio di Ladispoli. Nei prossimi giorni le forze dell’ordine, che ringraziamo per la solerzia e l’efficacia con cui stanno effettuando le operazioni di sgombero, interverranno in altre zone di Ladispoli dove sono stati notati illegali insediamenti che spesso rappresentano un pericolo soprattutto per gli stranieri che ci vivono in condizioni di igiene e sicurezza molto precarie. Alcuni insediamenti sono addirittura nell’area delle ferrovie dello Stato vicino ai binari ed altri in zona del fosso Vaccina che diventerebbero rischiosi in caso di pioggia ed alluvioni.”.

ULTIME NEWS