Pubblicato il

«Il porto di Civitavecchia volano per la Tuscia»

Intesa tra il presidente dell’Authority Ciani e l’assessore della Provincia di Viterbo Trappolini Si punterà sul ripristino della Ferrovia per Orte e sulla trasversale, per la quale si vigilerà affinché siano rispettati i tempi. «L’Alto Lazio approfitterà dell’aumento dei crocieristi»

Intesa tra il presidente dell’Authority Ciani e l’assessore della Provincia di Viterbo Trappolini Si punterà sul ripristino della Ferrovia per Orte e sulla trasversale, per la quale si vigilerà affinché siano rispettati i tempi. «L’Alto Lazio approfitterà dell’aumento dei crocieristi»

CIANIIl legame tra il porto di Civitavecchia e la Tuscia è destinato a rafforzarsi ulteriormente.
Questa è almeno l’intenzione espressa dal presidente dell’Autorità Portuale Fabio Ciani (nella foto) e dall’assessore ai Trasporti della Provincia di Viterbo Renzo Trappolini al termine di un incontro svoltosi a Molo Vespucci.
Sul tappeto naturalmente le prospettive di sviluppo del litorale, con particolare riferimento a Tarquinia e Montalto di Castro, sia per un’organica risposta alla domanda del porto nel settore merci, anche in funzione della realizzazione del Centro di Orte, e per l’offerta di pacchetti turistico culturali al flusso crocieristico. Sono state inoltre esaminate le prospettive di potenziamento della capacità del porto nel settore merci, anche in vista dell’esito delle iniziative della Regione Lazio per la verifica dello stato di utilizzabilità della ferrovia Orte-Civitavecchia attraverso il concorso di idee e la richiesta del finanziamento avanzata a Bruxelles per la progettazione. Anche perché, ha detto Trappolini, proprio alle merci è legata la validità del tormentato progetto di ripristino di questa tratta, il cui sedime è stato solo di recente rilevato dalla Pisana (dopo che le Ferrovie dello Stato avevano categoricamente escluso l’ipotesi di un recupero, giudicando l’investimento non conveniente), mentre è da apprezzare l’impegno del presidente Ciani finalizzato al reperimento di finanziamenti per lo sviluppo dello scalo.
Si è poi parlato anche della trasversale, altro tema caldo nel comparto della viabilità (e ben noto a Ciani, che in qualità di assessore Regionale ai Trasporti e Mobilità ne seguì con grande attenzione l’iter). I rappresentanti di entrambi gli enti si sono detti pronti a sosterenere l’opera, annunciando l’impegno comune di Provincia di Viterbo e Autorità Portuale del Lazio per seguirne anche attraverso forme di consultazione periodica, il completamento nei tempi brevi ribaditi dal presidente della Regione Piero Marrazzo a Viterbo per Santa Rosa. VISTA
Trappolini si è infine soffermato sulle opportunità di sviluppo turistico della Tuscia, che abbia come volano proprio lo scalo cittadino, notando come sia «prevedibile che con l’aumento del flusso passeggeri, già oggi quasi un milione e mezzo annui, siano sempre di più quelli che scelgono Civitavecchia per nuove crociere. Si tratta di persone che presumibilmente hanno già effettuato escursioni a Roma. E ad esse la Tuscia deve poter offrire un adeguato pacchetto di servizi, mentre la “vetrina” dell’aera portuale si presta con efficacia ad esposizioni-mercato permanenti dei prodotti locali».

ULTIME NEWS