Pubblicato il

«La Civitavecchia-Orte non è conveniente». E la Regione ancora non ne assume la gestione

R.F.I. boccia il ripristino della tratta suscitando l’ira del Comitato Promozioni Alto Lazio

R.F.I. boccia il ripristino della tratta suscitando l’ira del Comitato Promozioni Alto Lazio

FERROVIA Il Ministero dei Trasporti, su indicazione di Rfi, giudica non conveniente la riapertura della ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte. Le Ferrovie, come richiesto dalla Regione, hanno già deliberato la cessazione dell’esercizio della tratta, come richiesto lo scorso anno dalla Regione Lazio, che però nel frattempo non ha ancora trovato partner per assumerne direttamente la gestione a fini turistici e commerciali. «Riteniamo – fanno sapere dal Comitato – un’assurdità quella di non voler rilanciare l’uso del mezzo ferroviario, in totale controtendenza con quanto avviene in Europa. In Italia ci ostiniamo ancora all’uso del gommato – precisano – a tal punto che oltre l’83% delle merci è movimentato con questi mezzi». Il Comitato inoltre sottolinea l’importanza economica che potrebbe assumere la tratta: «Tenuto conto dell’importante patrimonio storico-archeologico presente in prossimità del tracciato, non è difficile immaginare che dirottando anche una modesta percentuale di crocieristi su questo territorio le spese di ripristino e di gestione della ferrovia sarebbero ampiamente giustificate».

ULTIME NEWS