Pubblicato il

Lavori pubblici, controllo carente ai partitori d'acqua

CIVITAVECCHIA – Il problema ‘‘acqua’’ continua a far discutere. L’Istituto di Ricerca sulle Acque ha detto la sua riguardo al discorso idrico, rimarcando la presenza di sostanze chimiche nelle risorse sotterranee, dovuta alla natura delle rocce esistenti nel raggio Roma – Lazio Nord, a cui appartiene anche Civitavecchia. 120 punti d’acqua fra sorgenti e pozzi, in gran parte destinati al consumo umano sono stati campionati e sottoposti ad analisi chimiche presso i laboratori analisi dell’Irsa-Cnr, visti i precedenti del comprensorio che, in epoca recente, ha raccontato di tracce d’arsenico nell’acqua. Come se non bastasse ad uno dei problemi più sentiti negli ultimi tempi, si intreccia quello della sicurezza. Nella conferenza dei capigruppo di lunedì, il consigliere Gianfranco Bergodi ha denunciato l’inadeguatezza dei partitori d’acqua di via Achille Montanucci e Aurelia, ottenendo una rassicurazione dall’assessore ai lavori pubblici Enrico Zappacosta, che si è impegnato a verificare ed intervenire laddove necessario. In sostanza gli accessi segnalati sarebbero incustoditi e chiunque potrebbe varcarli senza problemi. 6 mesi di proclami sul problema acqua, che a quanto pare sono serviti a poco, se si considera tra l’altro, che numerose abitazioni ancora soffrono la carenza idrica.

ULTIME NEWS