Pubblicato il

Maggioranza, i toni pacati del dopo Tuscania

Vinaccia,Balloni e Cappellani ridimensionano gli scontri della duegiorni. Chiuso il conclave, al Pincio si respira aria di rinnovamento. De Sio: «Si apre una nuova fase operativa»

Vinaccia,Balloni e Cappellani ridimensionano gli scontri della duegiorni. Chiuso il conclave, al Pincio si respira aria di rinnovamento. De Sio: «Si apre una nuova fase operativa»

ALESSIOGINOCIVITAVECCHIA – Acqua sul fuoco, è proprio il caso di dirlo, dopo la duegiorni della maggioranza a Tuscania, dove tra il sindaco Gianni Moscherini, i suoi assessori e i consiglieri comunali, è accaduto di tutto. Litigi e malumori hanno trovato spazio tra le mura dell’hotel ‘‘Convento di San Francesco’’, che nonostante il rinomato nome, nei giorni di mercoledì e giovedì ha vissuto ben pochi momenti serafici. E parliamo ovviamente dell’arringa di Gino Vinaccia, sintetizzata con un provocatorio «O si cambia o si cambia», lanciato all’indirizzo del sindaco e dell’immobilismo consentito, oppure di Alessio De Sio che, sentitosi preso di mira dal primo cittadino sulla situazione politica degli anni scorsi ha pensato bene di lasciare la sala, o perché no del presidente del consiglio comunale Franco Cappellani, le cui legittime pretese nei confronti dell’Enel non sarebbero condivise dall’intera squadra. Un venerdì tranquillo quello di ieri, con Moscherini che intanto è partito per Londra lasciando i suoi alle prese con le riflessioni post eventum. Tentativi di stemperare, i toni sono stati messi in atto da alcuni dei politici reduci dalla trasferta. Il primo FRANCESCOa parlare è proprio Gino Vinaccia (Udc) che ha giudicato la duegiorni «Una iniziativa di grande valore politico e di significativo spessore programmatico». Ha inoltre fatto sapere che la riunione avrebbe prodotto un rafforzamento della maggioranza e che sarebbe una iniziativa da ripetere. Al commento del vicesindaco si è aggiunto quello di Alessio De Sio (Fi) «La dialettica che c’è stata – ha affermato – seppure accesa, ha dato dimostrazione del desiderio di tutti i componenti di sostenere con lealtà il sindaco e di raggiungere gli obiettivi che la Grande Coalizione di prefissa». Una nuova fase quindi quella che secondo l’assessore allo sviluppo starebbe per partire, che vedrebbe l’amministrazione in viaggio sul binario dell’operatività. Anche il capogruppo del Polo Civico Alvaro Balloni ha espresso il proprio punto di vista in un ALESSIOcomunicato «Una duegiorni utile alla maggioranza – ha fatto sapere – la coalizione è tutta al lavoro sulle grandi emergenze della città». A dire la sua, dulcis in fundo, è stato il presidente Fraco Cappellani. In una nota infatti, l’esponente della Lista Moscherini ha rivelato l’oggetto dell’incontro tuscaniese «Non si è parlato di poltrone – ha dichiarato – ma dei problemi della città». Ha infine parlato di «Azione amministrativa già brillantemente intrapresa dall’amministrazione Moscherini», buttandosi alle spalle, almeno così sembra, i dissapori che lo hanno a tratti visto contrapposto al numero uno del Pincio.

ULTIME NEWS