Pubblicato il

Maneschi: "Mazzola si contraddice, riceve solo un giorno a settimana"

TARQUINIA – “Mazzola perde le staffe e risponde in maniera insensata, andando al di fuori delle righe”. Inizia così la replica del consigliere comunale Marcello Maneschi alle affermazioni del sindaco Mauro Mazzola che ha respinto al mittente le accuse del consigliere Maneschi verso il primo cittadino, reo di aver organizzato una “segreteria con liste d’attesa come alla Asl”. “Sinceramente – spiega Maneschi – Giulivi non ha ricevuto le persone nei suoi cinque anni di legislatura, ma quello era il suo stile e non ha mai affermato di voler agire in modo contrario, lo dimostra il fatto che il suo motto è sempre stato lavorare piuttosto che ricevere”. “Invece – prosegue il consigliere – il neo sindaco Mauro Mazzola ha basato tutta la sua campagna elettorale, ponendo tra i punti primari del suo programma proprio la comunicazione con i cittadini, tanto da avere come slogan “ Un amico in Comune”. Una vera e propria contraddizione visto che poi ha ridotto i suoi appuntamenti ad un solo giorno a settimana”. “La sua attività politica – incalza ancora il consigliere – si basa su tante parole ma pochi fatti, come dimostrato dai primi giorni di campagna elettorale fino ad oggi. Mentre l’amministrazione Giulivi ha fatto fatti e non parole, Mazzola continua a predicare bene e razzolare male. Vedremo cosa saprà fare nel proseguio degli anni, tenendo comunque presente che vive della preziosa eredità lasciata dal centrodestra”. “E poi – conclude Maneschi – sono sei e non cinque i mesi trascorsi dall’inizio del suo mandato, il nostro sindaco non riesce nemmeno a contare i mesi, figuriamoci il resto”.

ULTIME NEWS