Pubblicato il

Mazzola: &laquo;Parcheggio dell&rsquo;ospedale, multe illegittime&raquo; <br />

Per il primo cittadino di Tarquinia «Le strisce blu sono scadute il 14 aprile» Sulla segreteria: «Risparmierò soldi». Multiservizi: «Dili si dimetta»

Per il primo cittadino di Tarquinia «Le strisce blu sono scadute il 14 aprile» Sulla segreteria: «Risparmierò soldi». Multiservizi: «Dili si dimetta»

TARQUINIA – Ha preso possesso del suo ufficio il neosindaco di Tarquinia Mauro Mazzola che, come promesso, stamattina ha varcato la soglia del Comune dopo un giorno di riposo. Ha salutato tutti gli uffici comunali, compresa la Multiservizi e fatto il «giro al contrario». «Da sindaco sono andato tra la gente, al mercato, come avevo fatto nelle scorse settimane, durante la campagna elettorale», ha detto Mazzola che ha salutato e ringraziato tutti i cittadini. E’ iniziata così, tra la gente, la prima giornata per il sindaco di Tarquinia. Una giornata non priva di novità e colpi di scena. Primo tra tutti quello relativo ai parcheggi a pagamento nell’area antistante l’ospedale: «Abbiamo verificato – spiega Mazzola – i parcheggi a pagamento sono scaduti dal 14 aprile. Ciò significa che tutte le multe emesse da quel giorno ad oggi sono illegittime. Adesso verificheremo cosa si può fare». Il neo sindaco, in ogni caso, ha già provveduto ad emettere l’ordinanza di revoca dell’area a pagamento e già da stamane è pronto a prendere simbolicamente secchio e pennello per ripristinare le strisce bianche. Cambio anche di serrature alle porte del Comune, «come si fa per prassi», spiega Mazzola che dice di volersi comunque prendere alcuni giorni di ricognizione per capire cosa c’è da fare. A cominciare dalla segreteria. Mazzola smentisce le voci che vedrebbero in pole position Lucia Gambella, Valeria Orfini e Silvia Boschi: «Non ho ancora preso alcuna decisione. In ogni caso posso dire che risparmierò i soldi dei cittadini». Sulla Multiservizi «è ancora presto per capire cosa c’è da fare, in ogni caso mi auguro che Dili presenti le dimissioni come io feci con il Mediotirreno». Per tutta la giornata di ieri inoltre circolava la voce di controlli agli oggetti del Comune, per verificare l’eventuale mancanza di qualcosa: «Ci penserà l’economo». Domani per il neo sindaco, tra le altre cose, primo ingresso nel Comitato portuale di Civitavecchia.

ULTIME NEWS