Pubblicato il

Mazzola: &ldquo;Il consigliere Maneschi prima di parlare si faccia un esame di coscienza&rdquo;<br />

TARQUINIA – “La verità va riportata oggettivamente. Distorcerla, per fare bassa propaganda politica, è deleterio. Evidentemente, però, Marcello Maneschi ha studiato fin troppo bene la teoria della relatività di Einstein e l’ha applicata stupendamente alle parole”. E’ ferma la replica del sindaco Mauro Mazzola alle affermazioni del consigliere comunale indipendente, critico nel modo in cui viene gestita la vita amministrativa del comune di Tarquinia. “In questi primi cinque mesi – dichiara il primo cittadino – ho ricevuto più persone di quanto avvenuto nei cinque anni dell’ex sindaco Giulivi. Anzi la questione prima neanche si poneva, perché non c’era mai nessuno con cui interloquire. E se Maneschi vuole vedere il flusso di cittadini che vengono a parlare con il sottoscritto, può farlo stazionando nell’attigua “Sala degli Affreschi”. In questo modo può anche osservare se esiste quella cortina invalicabile formata dal mio stuolo di “fedelissimi”, scelti per la loro estrema professionalità ed all’interno dell’organico comunale differentemente dalla precedente amministrazione, che pagava sei persone esterne al personale dell’ente e solo dopo molto tempo scese di numero”. “Inoltre, – continua – la promessa di amministrare trasparentemente è un punto cardine del mio programma applicato fin dal primo giorno del mio insediamento. Certamente la casa comunale non è un palazzo di vetro perché ha antiche e spesse mura; ma tutti vi possono entrare e verificare direttamente come si svolge l’attività burocratica”. “Perciò, – conclude – invito Maneschi a farsi un esame di coscienza prima di rilasciare simili dichiarazioni. I cittadini sono intelligenti e sono in grado di capire quanto le sue parole siano lontane anni luce dalla realtà dei fatti”. 
 

ULTIME NEWS