Pubblicato il

Medio Tirreno, Palmeri condivide le scelte dell'Amministrazione

di ANTONIO FONTANELLA

CIVITAVECCHIA – L’accordo raggiunto nel settore idrico tra il Comune di Civitavecchia e quello di Tarquinia rappresenta un punto di arrivo e insieme un punto di partenza importante. E’ infatti il punto di arrivo di un percorso che ha visto il Consiglio Comunale della passata amministrazione votare per garantire la proprietà pubblica del servizio, con larghissimo accordo e in quel frangente chiara fu la posizione assunta dall’allora partito della Margherita. E’ comunque giusto ascrivere all’Amministrazione Comunale attuale, e in particolare al Sindaco Moscherini e all’Assessore Zappacosta, il merito di aver posto un paletto prezioso per il mantenimento della proprietà pubblica dell’acqua dei civitavecchiesi. Ora il percorso deve continuare per il miglioramento del servizio a tutti i livelli, in tal senso garantiamo l’impegno delle forze del Partito Democratico nell’interesse di tutta la cittadinanza, anche se nel rispetto del nostro ruolo di opposizione, per far sì che a questo successo ne seguano altri fino a garantire all’intera città l’approvvigionamento idrico in tutte le stagioni e soprattutto a prezzi di costo, e non di realizzo. Fortunatamente però, e di questo bisogna essere grati all’Assessore Zappacosta, quello della privatizzazione e quindi del lucro di realtà esterne al territorio sull’erogazione idrica, pare essere un pericolo definitivamente scampato.
Stefano Palmeri – Partito Democratico

ULTIME NEWS