Pubblicato il

Morte sul campo di calcio: due indagati

La Procura della Repubblica di Civitavecchia ha disposto il sequestro dei referti medici del giovane portiere biancoazzurro Nel registro il presidente dell’Asd Anguillara e il medico sportivo che ha rilasciato il certificato di idonetà alla pratica sportiva E’ polemica sulla vicenda del cancello. Ivano Fronti: «Niente ha ostacolato l’ingresso dei soccorsi nello stadio». Fissati per sabato i funerali del ragazzo

La Procura della Repubblica di Civitavecchia ha disposto il sequestro dei referti medici del giovane portiere biancoazzurro Nel registro il presidente dell’Asd Anguillara e il medico sportivo che ha rilasciato il certificato di idonetà alla pratica sportiva E’ polemica sulla vicenda del cancello. Ivano Fronti: «Niente ha ostacolato l’ingresso dei soccorsi nello stadio». Fissati per sabato i funerali del ragazzo

di CRISTIANO A. DEGNI

SANTA MARINELLA – Sarebbero due le persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal pm Polifemo riguardante la morte del giovane portiere deceduto sabato nel corso di un’incontro calcistico per la categoria juniores. Le iscrizioni riguarderebbero sia il presidente dell’Asd Anguillara, la squadra calcistica nella quale militava Simone Abate, sia il medico che gli ha rilasciato il certificato di idoneità alla pratica sportiva. Per questo motivo l’autopsia prevista per ieri è stata rinviata forse ad oggi, con lo scopo di acquisire la prova dell’avvenuta notifica degli avvisi, definiti da ambienti vicini alla procura, come atti dovuti, una semplice formalità proprio necessaria a poter svolgere l’esame sulla salma ed accertare in maniera definitiva le cause della morte del giovane. Tra i primi rilievi eseguiti dai carabinieri di Santa Marinella, delegati dal sostituto procuratore Pantaleo Polifemo, figura il sequestro del certificato medico di idoneità di Simone Abate, consegnato agli inquirenti dalla società calcistica di Anguillara. Simone era figlio unico e giocava con l’Anguillara da due anni. I funerali sono previsti per sabato mattina, 10 novembre, alla chiesa parrocchiale de La Storta. Il pm ieri mattina ha incontrato il padre di Simone Abate, i legali della famiglia e i carabinieri di Civitavecchia che stanno eseguendo le indagini. E proprio agli inquirenti è stato dato mandato per il sequestro di tutta la documentazione medico-sportiva del portiere 18enne. Il sindaco di Anguillara, Emiliano Minnucci, si unisce al dolore della città per il tragico evento. «Esprimiamo tutto il nostro cordoglio alla famiglia, ai compagni e ai dirigenti dell’Anguillara Calcio per la tragica scomparsa di questo ragazzo che difendeva sui campi di pallone i nostri colori. La tremenda notizia – aggiunge il sindaco – ha profondamente sconcertato tutta Anguillara, sconvolta da un tragico evento che segna i nostri ragazzi nel pieno della gioventù e mina la spensieratezza caratterizza a livello dilettantistico un gioco di squadra come quello del calcio». La Lega dilettanti del Lazio giocherà la prossima partita di campionato in tutta la regione con il lutto al braccio in ricordo di Simone. Il presidente dell’Unione Sportiva Santa Marinella, Ivano Fronti, sottolinea come nessun cancello abbia ostacolato l’ingresso dei soccorsi nello stadio. «Prima dell’arrivo dei soccorsi il cancello – dice Fronti – era stato completamente rimosso dai dirigenti locali e da un dirigente dell’Anguillara proprio per agevolare l’ingresso dell’ambulanza nell’impianto». Gli fa eco l’autista del mezzo. «Non vi è stata alcuna fatica da parte dell’ambulanza ad entrare in campo – dice Daniela Biagiotti – siamo entrati direttamente in campo con l’ambulanza passando sopra il cancello». 

ULTIME NEWS