Pubblicato il

Morto da due giorni, giallo ad Aurelia

Il cadavere di un uomo di 55 anni è stato rinvenuto nella sua abitazione di via Boito. Da chiarire le cause del decesso. La compagna lo ha vegliato fino all’arrivo dei Carabinieri

Il cadavere di un uomo di 55 anni è stato rinvenuto nella sua abitazione di via Boito. Da chiarire le cause del decesso. La compagna lo ha vegliato fino all’arrivo dei Carabinieri

CIVITAVECCHIA – Giallo ad Aurelia. Nel tardo pomeriggio di oggi, in una casetta di via Boito, i Carabinieri della stazione di Civitavecchia, avvertiti dai familiari che non riuscivano a mettersi in contatto con il loro congiunto, hanno rivenuto il corpo senza vita di un uomo di 55 anni, M.S.. Da una prima ricognizione, pare che l’uomo fosse morto da almeno 48 ore. In casa con lui c’era una donna, probabilmente la compagna, che sarebbe rimasta accanto alla salma per due giorni, vegliandola fino all’arrivo delle forze dell’ordine. Poche le indiscrezioni trapelate, visto il massimo riserbo mantenuto dagli inquirenti. Sul posto si è subito recato il medico legale Gino Saladini, che ha compiuto un primo esame esterno del cadavere. Servirà l’autopsia per chiarire se la morte sia dovuta a cause naturali, peraltro, a giudicare dalle condizioni dell’abitazione, in un contesto di estremo disagio, oppure se sia MORTOaccaduto qualcos’altro. Le indagini, condotte dalla locale compagnia dei carabinieri, proseguono a 360 gradi e non escludono nessuna ipotesi. La Procura ha aperto una inchiesta e nelle prossime ore dovrebbe essere ascoltata la donna, apparsa in uno stato di grave confusione mentale ed affidata alle cure dei medici.
La coppia era molto conosciuta a Borgata Aurelia, dove i due venivano spesso visti girare per le strade del quartiere.

ULTIME NEWS