Pubblicato il

Moscherini: "L'Ater va subito commissariata"

GIANNICIVITAVECCHIA – «Bisogna mettere fine alla vergognosa gestione del problema casa e per questo ho già chiesto al presidente Marrazzo di commissariare l’Ater di Civitavecchia». Sono chiare e nette le parole con le quali il sindaco Gianni Moscherini ha ribadito la propria intenzione di giungere ad una rapida decapitazione dei vertici dell’Azienda regionale preposta alla gestione dell’edilizia residenziale «Appare evidente – prosegue il primo cittadino – che il problema casa a Civitavecchia è insieme al lavoro una priorità assoluta, e dunque non posso accettare che, a fronte di famiglie che si trovano letteralmente in mezzo alla strada, diversi appartamenti gestiti proprio dall’Ater tenuti vuoti per anni, restino nelle mani di persone che vanno la sera ad accendere la luce. Anche per questo – ha aggiunto – ho condotto e vinto una battaglia affinché il Comune si riappropriasse degli oltre due milioni e mezzo di euro stanziati già da tempo per l’acquisto di nuovi alloggi sul mercato immobiliare cittadino e mai spesi dall’Ater. Quei soldi ora li utilizzeremo per dare una prima risposta reale all’emergenza, fermo restando che si deve procedere sulla strada già indicata della lotta all’abusivismo e dell’edilizia partecipata, perché siano gli stessi imprenditori che traggono guadagno dagli investimenti fatti in città a dare un contributo determinante per la risoluzione del problema casa». Un aspetto delicato quello legato all’edilizia pubblica, in merito al quale Gianni Moscherini ha dimostrato di avere le idee chiare. Nel corso di una intervista rilasciata a Rete Oro, ha in pratica reso noto di aver dato atto alle premesse dello scorso mese, stando alle quali il sindaco preannuciò una dura battaglia ai vertici dell’Azienda Territoriale Edilizia Residenziale.

ULTIME NEWS