Pubblicato il

Nasce il polo culturale di Ladispoli

“Nell’uovo di Pasqua i cittadini di Ladispoli troveranno la riqualificazione della struttura dell’ex Consorzio Agrario Provinciale di via Settevene Palo che sarà trasformato in un moderno Polo Culturale”.
L’assessore alla cultura, Roberto Garau, ha annunciato così la fase esecutiva del progetto che consegnerà alla città di Ladispoli un contenitore di caratteristiche uniche nel comprensorio. Giorno fatidico sarà sabato 21 aprile quando sarà effettuata la cerimonia di consegna dei lavori.
“Parliamo di un progetto innovativo ed unico – ha  detto Garau – perchè prevede la realizzazione di una struttura polivalente che comprende un teatro auditorium, aule per la formazione culturale, studi di registrazione, sale prova per musicisti, sale espositive, sale riunioni e, in una seconda fase, Campus Universitario in collaborazione con l’ateneo romano di Tor Vergata. Quello teatrale è un processo creativo che, come la staffetta, si fonda sulla partecipazione, sulla raccolta e sul passaggio di testimoni grazie all’esercizio della interpretazione, sul continuo gioco di rimandi tra autore e attore e tecnici e pubblico. Su questo concetto si fonda la costruzione del nuovo Centro di Arte e Cultura che nascerà dal vecchio corpo del Consorzio Agrario Provinciale. Un luogo rigenerato, ripensato e ristrutturato per dare alla città di Ladispoli e a tutto il comprensorio un teatro ed un centro culturale per attività didattiche-formative. Negli anni – ha proseguito Garau – siamo riusciti a sperimentare e verificare l’enorme domanda di spazi attrezzati grazie al primo Centro di Arte e Cultura di via Aurelia. In seguito l’impegno dell’amministrazione del sindaco Gino Ciogli si è concentrato nel reperimento di finanziamenti per la trasformazione della struttura, ed ora iniziamo con il primo stralcio di lavori”.
Per suggellare e scandire questo momento  è stata fissata una cerimonia di inizio lavori che si svolgerà il prossimo 21 aprile alle 16,30 nel piazzale del complesso. Sarà una cerimonia  arricchita dall’intervento di vari artisti che intrecceranno le loro performance nel cantiere in trasformazione.

ULTIME NEWS