Pubblicato il

 Fratturato: «Le emergenze non vanno tamponate ma affrontate»

S. Marinella. Il consigliere regionale Avis interviene sul caso Misericordia e propone un servizio di soccorso convenzionato con l’Ares 118 Lazio: «Non è con una colletta che si risolvono i problemi»

S. Marinella. Il consigliere regionale Avis interviene sul caso Misericordia e propone un servizio di soccorso convenzionato con l’Ares 118 Lazio: «Non è con una colletta che si risolvono i problemi»

SANTA MARINELLA – «Una notizia buona», così esordisce Eugenio Fratturato, consigliere regionale Avis Lazio e presidente dell’Avis di Santa Marinella, commentando la notizia che il commissario prefettizio Fausto Gianni ha firmato il mandato di pagamento di 26mila euro a favore della Confraternita della Misericordia. «Il commissario – dice Fratturato – ha dimostrato la sua sensibilità verso il mondo del volontariato, che a Santa Marinella è una realtà in crescita. La notizia delle difficoltà finanziarie della Misericordia ha fatto si che alcuni cittadini spontaneamente e di buona volontà hanno raccolto, (porta a porta) soldi in favore della Misericordia.
In qualità di rappresentante di una organizzazione di volontariato e per la mia lunga esperienza in questo campo, vorrei mettere in guardia dai pericoli che comporta un’azione del genere. Il lavoro dei volontari è molto delicato soprattutto per il suo aspetto gratuito; e la richiesta di soldi, non ampiamente pubblicizzata con una valida motivazione e per un tempo stabilito, può danneggiare il volontariato. Non è con una colletta che si risolvono i problemi. Le emergenze non vanno tamponate ma affrontate per una risoluzione definitiva e noi cittadini abbiamo il dovere di manifestare e di batterci per far rispettare gli impegni presi dal Comune verso la Misericordia». «Ma questo non basta – continua Fratturato – Ritengo sia giunto il momento per la nostra città di fruire di un servizio di soccorso in emergenza convenzionato con l’Azienda Ares 118 Lazio, ciò garantirebbe un servizio qualificato e una tranquillità economica per la Misericordia. Sto lavorando per far decollare la consulta del volontariato a Santa Marinella, il cui scopo tra l’altro è di favorire il raccordo tra le varie associazioni di volontariato, gli enti locali e le istituzioni pubbliche e private, perchè credo fermamente che la Consulta sia lo strumento giusto per favorire un maggiore riconoscimento sociale del volontariato che oggi a S. Marinella è una realtà forte e presente in ogni campo».

ULTIME NEWS