Pubblicato il

No coke: terzo ricovero per lo sciopero della fame

TARQUINIA – Nonostante l’appello del ministro Livia Turco, i no coke continuano il digiuno. Lo sciopero della fame oggi ha costretto Luca Piras, 43 anni ad un ricovero urgente presso l’ospedale di Tarquinia. L’uomo è stato colto da ipoglicemia a causa di un grave stato di denutrizione. In condizioni preoccupanti anche Giovanni, deciso però ad andare avanti con il digiuno. «Nonostante la lotta stia producendo risultati – hanno detto i no coke, anche attraverso le telecamere Rai di Ambiente Italia – il comitato ha deciso di procedere nella protesta fino a quando le promesse si trasformeranno in fatti. Oltre ad attestati di solidarietà chiediamo iniziative concrete». Marco Renzi, Giancarlo Peris, Elisa Aceto, Amelia Ciampa, Maurizio Puppi continuano la staffetta e ricordano alla commissaria Iurato «l’impegno preso nell’assemblea del 4 aprile di rimettere in funzione le centraline per il rilevamento della qualità dell’aria dismesse». Il candidato sindaco di Civitavecchia, Porro, solidale coi no coke. Domani protesta a palazzo Chigi.

ULTIME NEWS