Pubblicato il

Nuovo Mignone, sì agli interventi sugli impianti

I Comuni di Civitavecchia e Santa Marinella disponibili ai lavori richiesti dal Consorzio. Approvato il bilancio preventivo. Sarà ripulito il bacino. Proposto un diverso sistema di disinfezione col bisossido. L’acqua ancora non è potabile. Il presidente Solinas ottiene il prelievo al partitore di Poggio Capriolo 

I Comuni di Civitavecchia e Santa Marinella disponibili ai lavori richiesti dal Consorzio. Approvato il bilancio preventivo. Sarà ripulito il bacino. Proposto un diverso sistema di disinfezione col bisossido. L’acqua ancora non è potabile. Il presidente Solinas ottiene il prelievo al partitore di Poggio Capriolo 

Tre nuovi prelievi per stabilire se l’acqua è o meno potabile saranno effettuati in contemporanea a Poggio Capriolo e Bracciano. E’ quanto è stato stabilito dall’assemblea dei soci del Consorzio nuovo Mignone, cioè i Comuni di Civitavecchia e Santa Marinella. I sindaci Gino Saladini e Pietro Tidei si sono riuniti al Pincio con il presidente del Consorzio, Renato Solinas, che ha ampiamente illustrato i motivi per cui ritenga impossibile che dalle analisi effettuate si sia riscontrata una presenza oltre il limite di colibatteri.
Solinas ha ribadito che al momento del prelievo effettuato dalla Asl di Bracciano presso l’impianto di Canale Monterano si stavano effettuando le operazioni di clorazione che rendevano incompatibile la presenza di batteri.
Perciò è stato stabilito che, oltre ai nuovi prelievi disposti dalla Asl di Bracciano, si effettui una campionatura a Civitavecchia, in località poggio Capriolo, presso il partitore che fornisce d’acqua la città. Queste ultimi prelievi saranno effettuati anche dal laboratorio di fiducia del Nuovo Mignone. Secondo Solinas le analisi confermeranno la potabilità dell’acqua e comunque il presidente ha richiesto a Bracciano anche i parametri chimici per riscontrare l’esatta presenza di cloro al momento del prelievo del 2 gennaio. Raccolti questi elementi deciderà se investire o meno la magistratura del problema.
Intanto durante l’assemblea è stato anche approvato il bilancio preventivo che prevede una serie di interventi di ammodernamento degli impianti del Consorzio come l’urgente pulizia del bacino che significherebbe, la prossima estate, garantire l’acqua anche a San Liborio e poi interventi sui filtri e la realizzazione di un impianto di disinfezione col biossido anziché col bioclorido, per scongiurare la presenza oltre i limiti dei trialometani.

ULTIME NEWS