Pubblicato il

Oltre 45mila crocieristi a passeggio per la città

Ben dieci navi da crociera di grosso tonnellaggio sono arrivate al porto di Civitavecchia. Circa 150 gli operatori portuali addetti all’accoglienza delle migliaia di passeggeri. Ciani: «Svolto egregiamente il ruolo di porta di accesso a Roma e nel territorio»

Ben dieci navi da crociera di grosso tonnellaggio sono arrivate al porto di Civitavecchia. Circa 150 gli operatori portuali addetti all’accoglienza delle migliaia di passeggeri. Ciani: «Svolto egregiamente il ruolo di porta di accesso a Roma e nel territorio»

di MATTEO MARINARO

 

Una variopinta ondata di circa 45.000 passeggieri e crocieristi ha invaso questa mattina il porto e il centro storico di Civitavecchia. Una giornata record per il sistema porto e per l’intera città, che neanche durante il periodo estivo si era mai trovata ad accogliere una mole così imponente di turisti, e che per questa prova critica ha fatto scendere in campo un dispiegamento ragguardevole di uomini e mezzi. «Oggi è in effetti una giornata straordinaria per il nostro scalo – dichiara il vicecomandante del porto c.f. Lorenzo Savarese – perchè accogliamo ben 10 navi da crociera di grosso tonnellaggio sui moli, oltre ovviamente a tutto il resto del traffico quotidiano di traghetti. La situazione è sotto controllo, sia per quanto riguarda la canalizzazione delle navi sia sotto il profilo della sicurezza. Le forze dell’ordine e il nostro ufficio tecnico dei nostromi ha svolto un lavoro eccellente di coordinazione».
Civitavecchia sembra quindi aver superato brillantemente la ‘‘prova del nove’’, come spiega PORTOil presidente dell’Autorità Portuale Fabio Ciani: «È stato un giorno particolare per il porto, e ancora una volta, è stato svolto egregiamente il nostro ruolo di porta di accesso a Roma, ma anche nel territorio che ha potuto ospitare migliaia di turisti. Un plauso a tutte le componenti, dalle forze dell’ordine alla Capitaneria, dall’Area sicurezza dell’Autorità Portuale alla security della Rtc». Un fiume di persone si è quindi riversato nelle banchine incontrando gli operatori portuali addetti al convogliamento dei bagagli e delle provviste. «Abbiamo impiegato circa 150 persone – spiega Maurizio Iacomelli della Cpr impresa portuale – di cui ben 110 addetti per i bagagli e 40 per lo stoccaggio delle provviste. Stiamo lavorando bene dall’inizio dell’anno e siamo abituati a ricevere dai 5.000 ai 6.000 passeggeri al giorno. In realtà siamo costantemente ‘‘sotto sCROCIERISTIforzo’’. I turisti sono contenti e fino ad oggi abbiamo offerto un ottimo biglietto da visita per l’intera città». Un bilancio più che positivo quindi per la struttura portuale, e anche per il Comune si è mobilitato posizionando un punto informazioni di fronte all’accesso sud del porto con alcune hostess e il personale dell’Ufficio Turismo guidato dall’Assessore Vincenzo De Francesco, distribuendo ai turisti materiale informativo sulla città e sui vari percorsi per fare shopping, per ammirare le bellezze architettoniche e degustare i prodotti locali.
Letteralmente presi d’assalto i negozi di vestiti, i bar all’aperto di corso Centocelle, oppure i più accaldati hanno preferito rilassarsi con qualche ora di tintarella nella spiaggia della Marina. Ovviamente nel giro turistico della città non poteva mancare una tappa al mercato, e la foto ricordo sotto la statua dell’eroe dei due mondi Giuseppe Garibaldi.

ULTIME NEWS