Pubblicato il

Oltre cinquemila persone per sostenere Piero Ruscito <br />

Ladispoli. Lunedì sera sfilata di politici di centrodestra in vista del secondo turno Il leader di An, Gianfranco Fini: «Il voto di domenica può contribuire a dare una spallata al governo Prodi»

Ladispoli. Lunedì sera sfilata di politici di centrodestra in vista del secondo turno Il leader di An, Gianfranco Fini: «Il voto di domenica può contribuire a dare una spallata al governo Prodi»

LADISPOLI – Una piazza gremitissima, oltre cinquemila persone, ha accolto lunedì sera la manifestazione della Casa delle Libertà a sostegno della candidatura a sindaco di Piero Ruscito. A sostenere Ruscito per il ballottaggio di domenica e lunedì prossimi c’erano Gianfranco Fini, Francesco Lollobrigida, consigliere regionale di An, Luigi Celori, Tommaso Luzzi, Bruno Prestagiovanni, Francesco Aracri, il segretario regionale dell’Udc Luciano Ciocchetti, Proietti Cosimi, Saporito, Gramazio, e i sindaci di Civitavecchia, Gianni Moscherini, Fiumicino, Cerveteri e Marino.
Per Lollobrigida «la manifestazione di lunedì, oltre ad aver ribadito una volta per tutte l’unità della Cdl, inclusa l’Udc, dimostra una sola cosa, e cioè che anche a Ladispoli è possibile vincere. Come ha sottolineato il presidente Fini, il voto di domenica, se ben esercitato, potrebbe contribuire a dare una spallata significativa nei confronti del traballante Governo Prodi». Perplesso circa le dimissioni di marco Pierini dal partito è invece Luciano Ciocchetti. “Accusare il nostro partito di aver calpestato la volontà del direttivo locale di Ladispoli imponendo così i propri interessi personali è falso e fuori da ogni logica – dice Ciocchetti – Semmai ritengo che i propri interessi personali volevano perseguirli coloro che volevano apparentare l’Udc con la sinistra, in una improbabile e innaturale alleanza visti i valori che ci contrappongono. Pierini dovrebbe spiegare perché dopo dieci anni di dura opposizione alla sinistra ora voleva allearsi con essa.” Felice Mammi, candidato Udc alle amministrative di Ladispoli è molto legato al partito. “Ho scelto, insieme ad altri amici – spiega Mammì – di rimanere all’interno del partito, dopo le indicazioni giunte dal direttivo romano. Al ballottaggio appoggeremo e ci impegneremo per far vincere il candidato del centrodestra Ruscito.”. L’altro candidato, Crescenzo Paliotta ha raggiunto un accordo di apparentamento anche con la Margherita, con l’Udeur, l’Italia dei Valori, i Socialisti Uniti, l’Italia di mezzo, e i Repubblicani europei. “Quello che è accaduto in queste ore – ha commentato Paliotta – è la fotografia nitida di come tutti gli uomini liberi, i politici moderati e le forze sane della città si siano assemblate attorno alla candidatura a sindaco del sottoscritto, respingendo l’assalto borioso e prepotente della Destra al territorio».
Cris. Deg.

ULTIME NEWS