Pubblicato il

Paliotta: &ldquo;Ripascimento morbido nelle ore notturne&rdquo; <br /><br /><br />

Il sindaco di Ladispoli lancia un appello alla Regione Lazio per interventi immediati sul litorale

Il sindaco di Ladispoli lancia un appello alla Regione Lazio per interventi immediati sul litorale

LADISPOLI – “Il cedimento della veranda dello stabilimento balneare Dlf sul lungomare centrale di Ladispoli è il segnale forte e chiaro di come non sia più possibile rimandare l’inizio dei lavori di ripascimento morbido del nostro litorale”. A rivolgere l’ennesimo appello alla Regione Lazio affinché siano attuati tempestivamente gli interventi di parziale ricostruzione della costa di Ladispoli è stato il sindaco Crescenzo Paliotta che ha personalmente ispezionato il luogo dell’incidente che avrebbe potuto causare conseguenze ben più gravi se si fosse verificato in pieno giorno con la battigia affollata di villeggianti. “La situazione è ormai insostenibile – ha proseguito Paliotta – e siamo certi che la Regione Lazio comprenderà la delicatezza della vicenda. Già prima del parziale crollo della veranda al Dlf avevamo lanciato l’allarme, quattro stabilimenti balneari posti sul litorale del centro nord e su quello di Marina di San Nicola in luglio non sono stati in condizioni di installare ombrelloni nella minuscola striscia di spiaggia che è rimasta a loro, con un evidente e pesante danno economico per famiglie che vivono con i proventi del turismo. Vogliamo comunque ricordare come tutto quello che sta accadendo è conseguenza di una situazione climatica eccezionale in tutta Europa che sta causando danni anche nella stagione estiva quando di solito l’erosione è stabile. Detto questo, il comune di Ladispoli è disponibile ad assumersi il carico di tutte le iniziative che possono recare sollievo agli operatori balneari, ad iniziare dalle ordinanze che abbiamo firmato per autorizzare le ditte ad avviare limitati interventi di ripascimento morbido a carico dei gestori degli stabilimenti. Stesso discorso per la liberazione dell’approdo dei pescatori sul lungomare Marco Polo dalla sabbia che ostacola il transito delle imbarcazioni. Alla Regione Lazio, oltre al rispetto dell’accordo che prevede un intervento finanziario di 12 milioni di euro per la ricostruzione della spiaggia a partire dalla prossima primavera, chiediamo l’avvio immediato dei lavori di ripascimento morbido. Sappiamo che in piena stagione estiva è difficile avviare gli interventi, ma nelle ore notturne si potrebbe lanciare sabbia nei punti più critici della battigia per evitare il ripetersi dei fatti accaduti davanti allo specchio d’acqua del Dlf, la cui situazione era nota da settimane. Ci auguriamo – ha concluso il sindaco Paliotta – di non assistere alla perdita di tempo del valzer del conflitto di competenze tra tutti gli enti coinvolti, come Regione Lazio e Demanio, gli operatori balneari di Ladispoli non possono trascorrere tutta l’estate all’insegna dell’incertezza”.

ULTIME NEWS