Pubblicato il

Pantano, chiesa e scuola passano alla Curia

Da oggi la chiesa di Pantano è di proprietà della Curia. Allo stesso modo anche la scuola materna di Sant’Agostino e 140 aree destinate alla viabilità sono state cedute al Comune di Civitavecchia. È infatti dei giorni scorsi la delibera regionale, su proposta dell’assessore all’agricoltura Daniela Valentini, che prevede la cessione dei beni Arsial agli enti e alle istituzioni dei territori su cui ricadono. Finora sono stati dimessi 331 beni, dislocati sulle 3 province di Viterbo, Roma e Latina, 13 comuni e 4 diocesi. Di questi, 220 sono stati ceduti gratuitamente, e cioè le aree destinate alla viabilità, strade, edifici di culto e scolastici, mentre 111 a titolo oneroso. Con la cessione di questi ultimi si conta di ricavare circa 7 milioni di euro da destinare ad un apposito Fondo per il finanziamento degli interventi in favore dello sviluppo agricolo del Lazio. La promessa che l’assessore Valentini ed il commissario dell’Arsial Massimo Pallottini avevano fatto alla città, quella cioè di definire in breve tempo il passaggio di consegne tra Regione e Curia, e Regione e Comune, per la aree di proprietà Arsial nella zona di Pantano, è stata mantenuta. Come si ricorderà l’impegno era giunto all’indomani della tromba d’aria che spazzò buona parte della zona di Sant’Agostino e Pantano, e arrecò diversi danni sia alla Chiesa della Madonnina, che alla scuola materna che alle Serre Albani e alle aree circostanti.

ULTIME NEWS