Pubblicato il

Pendolari, un sms per i disservizi

Iniziativa dell’Aremol per inviare in tempo reale le segnalazioni su problemi dei mezzi Trenitalia e Met.Ro.. Il presidente Ruggiero: «Miglioriamo gli standard attraverso la comunicazione»

Iniziativa dell’Aremol per inviare in tempo reale le segnalazioni su problemi dei mezzi Trenitalia e Met.Ro.. Il presidente Ruggiero: «Miglioriamo gli standard attraverso la comunicazione»

Da oggi, attraverso un sms al numero 339-9944345, sarà possibile segnalare in tempo reale i disservizi riscontrati sui treni di Trenitalia e sui mezzi Met.Ro che viaggiano all’interno della Regione Lazio. Lo annuncia, in una nota, il presidente dell’ Agenzia Regionale per la Mobilità (Aremol) del Lazio, Clemente Ruggiero (nella foto). Il passeggero potrà segnalare problemi riguardo la pulizia dei mezzi, ritardi, o la scarsa informazione del servizio di Controllo, Vigilanza e Monitoraggio dell’Aremol. Il personale dello ‘Sportello del Pendolare’, una volta ricevuta la segnalazione, la trasmetterà in tempo reale ai 20 ispettori che viaggiano sui treni regionali e sulle ferrovie concesse. Gli ispettori, dotati di tesserino, fascia di riconoscimento e computer palmare per compilare ed inviare le schede di valutazione, trasmetteranno i risultati delle ispezioni alle autorità regionali competenti (l’assessore alla Mobilità e la direzione regionale Trasporti). Nel periodo sperimentale del servizio, durato 3 mesi, l’Aremol ha monitorato 300 treni ed oltre 100 stazioni. I principali disservizi riscontrati – si legge nella nota – riguardano la scarsa efficienza e pulizia dei servizi igienici dei treni, le porte di salita guaste, gli impianti di sonorizzazione non funzionanti, la mancanza di informazioni all’utenza e il mancato funzionamento delle emettitrici dei biglietti. «Il servizio – ha detto Ruggiero – testimonia lo sforzo della Giunta Marrazzo di aprire un nuovo capitolo nei trasporti del Lazio, con l’obiettivo di migliorare il servizio attraverso l’ottimizzazione della comunicazione fra istituzioni e cittadini».

ULTIME NEWS