Pubblicato il

Per il Psi di Alessandro Battilocchio sempre più vicino il sogno dell'Unità Socialista

Sabato a Roma il congresso del Nuovo Psi per aderire alla Costituente socialista che si aprirà il prossimo autunno

Sabato a Roma il congresso del Nuovo Psi per aderire alla Costituente socialista che si aprirà il prossimo autunno

Si terrà sabato mattina a Roma un incontro promosso dal Nuovo Psi per aderire alla Costituente socialista che partirà in autunno e che vedrà coinvolte le varie anime socialiste che in questi anni hanno marciato separatamente. Sono previsti i discorsi di apertura del Segretario del Nuovo Psi, Gianni De Michelis e del suo “delfino” e vice segretario nazionale, Alessandro Battilocchio che presenteranno la proposta politica per il futuro; interverranno poi diversi dei protagonisti della Costituente, dal segretario dello Sdi, Enrico Boselli, a Peppino Caldarola,Lanfranco Turci, Mauro Del Bue e Luigi Angeletti,della Uil, che porterà un autorevole incoraggiamento a questo percorso. Anche dal nostro comprensorio è prevista una partecipazione significativa ad un evento che segna uno step importante nel percorso di rinascita del Psi. “Dopo 15 anni di divisioni – ha dichiarato Alessandro Battilocchio – è davvero giunto il momento di gettare il cuore oltre l’ostacolo e di mettercela tutta per riunire la famiglia socialista. Abbiamo punti di partenza che riflettono 15 anni di distinzioni e, in questa fase,le nostre posizioni rispetto agli attuali assetti rimangono distinte: noi non chiederemo allo Sdi di uscire dal Governo, loro non possono chiederci di appoggiare oggi Prodi. Ma il progetto riguarda una prospettiva più ampia, un’ambizione, un sogno: rifare il Psi, un Partito socialista e riformista, che veda in Turati, Nenni, Saragat e Craxi i propri padri fondatori, che si ponga in continuità politica e culturale col Psi e che sia fortemente ancorato al PSE. Un Partito che sia in grado di rompere la campana di vetro che regna su questa Italia che, al di là delle maggioranze che la guidano, è incapace di mantenere il passo con l’Europa e di dare risposte concrete ai cittadini che vivono un crescente disagio. Per questo oggi parte un grande cantiere nazionale per il riscatto del Psi che è aperto non solo ai socialisti di ieri che con passione hanno portato avanti per oltre un secolo un ideale che ancora entusiasma i popoli,ma anche a tutti coloro che, giovani o meno giovani, credono che valga la pena impegnarsi su questa prospettiva, nella convinzione che l’Italia, senza un forte Partito socialista, è un Paese meno libero, meno democratico,meno moderno, meno giusto”

ULTIME NEWS